12.9 C
San Gavino Monreale
sabato, 5 Dicembre 2020

Mobilità elettrica in Sardegna. Cosa fa San Gavino?

Emergenza sanitaria

Covid-19 ad Arbus, un focolaio con 104 contagiati

Sale ancora il conteggio dei contagiati ad Arbus. Sono addirittura 104 casi attuali di positività al Covid-19, di cui 7 ricoverati in ospedale. Altre...

Coronavirus in Sardegna, 4 dicembre: i dati dei contagi (+551) e dei guariti (+231) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, tornano ad aumentare contagi, decessi e ricoveri in Sardegna. Aumentano nuovamente i contagi in Sardegna: anche oggi i positivi sono sopra soglia +500. E...

Coronavirus in Sardegna, 3 dicembre: i dati dei contagi (+538) e dei guariti (+182) nelle ultime 24 ore. Altri 9 decessi

Covid-19, tornano ad aumentare contagi, decessi e ricoveri in Sardegna. Aumentano nuovamente i contagi in Sardegna, dai dati dell'unità di crisi regionale si evidenzia come...

Poste Italiane, dal 14 via ai test anti-Covid su 130.000 dipendenti

Poste Italiane lancia una campagna di test anti Covid-19 sui suoi 130.000 dipendenti. Lo ha annunciato il Condirettore Generale di Poste Italiane, Giuseppe Lasco,...

Focolaio Covid ad Arbus, il Sindaco chiude i bar fino al 3 gennaio

Dopo il bollettino che ha fatto salire a 78 i positivi, con ben 24 nuovi positivi riscontrati in un solo giorno, sale il livello...

Nel 2017 la Regione Sardegna pubblicava un bando per l’installazione di 650 colonnine di ricarica (300 lente, altre 300 di media velocità e 50 per la ricarica veloce) e l’erogazione del servizio. Il piano della regione era concepito per promuovere la mobilità ‘sostenibile’ soprattutto nelle aree più popolate. Nel 2017 erano ancora pochissimi i comuni in Sardegna già dotati di colonnine di ricarica – tra questi, Olbia e Birori, un piccolo centro abitato nella provincia di Nuoro, posto all’incrocio strategico tra le statali 129 e 131, spiccavano come apripista della mobilità elettrica nell’Isola.

Uno sguardo allo stato attuale mostra come la situazione nell’isola sia effettivamente mutata, con la comparsa di un gran numero di colonnine/stazioni di ricarica quasi ovunque, nonostante gli effetti del bando della Regione non siano ancora visibili. Se si pensa alle colonnine di ricarica veloci (50 sono quelle previste), se ne individuano nell’Isola meno di una decina, che si riducono ulteriormente se si considera quelle accessibili a tutti (non Tesla) e funzionanti. Una è presente a Sanluri e una all’aeroporto di Elmas.

In attesa che gli ‘effetti’ del bando si facciano sentire, non possiamo fare a meno di notare un’anomalia. Basandoci sulla mappa fornita dalla app di Nextcharge (confermata anche da altre app come Chargemap e eCharge) notiamo una pressoché totale assenza di stazioni di ricarica nei comuni del Medio Campidano quali Samassi, Serrenti, Villagreca, Nuraminis, Serramanna, Villasor, Villacidro (dove è presente in realtà una per la ricarica lenta, nella zona artigianale), ma anche Uras, Mogoro e Terralba. Compare, in questa lista, anche San Gavino Monreale che non ha al momento ancora alcuna stazione.

Le colonnine di ricarica segnalate da Google Maps

Fanno eccezione paesi come Guspini (che ha 13 stazioni di ricarica), o come Sardara, con 7 stazioni, e Sanluri, che ne ha 8, inclusa una per la ricarica veloce.

Sanluri e Sardara, in realtà, riflettono più la situazione in Marmilla che si presenta ben diversa: quasi tutti i piccoli centri abitati della Marmilla sembrano essersi infatti dotati della propria stazione di ricarica, mostrandosi decisamente avanti per quanto riguarda la mobilità sostenibile: ci sono Simala, Gonnosnò e Masullas che ne hanno 1, Collinas con 2, Curcuris e Pompu con 3, Gonnoscodina e Ussaramanna con ben 4 stazioni (in ciascuna stazione il numero di erogatori è variabile). Restiamo sorpresi perché queste aree sono apparentemente più rurali e meno popolate di altre che, invece, non hanno nemmeno l’ombra di una colonnina.

Da che cosa dipendono queste differenze? Perché centri di non poco rilievo, sia per numero di abitanti che per posizione strategica, come San Gavino e Villacidro, sembrano tardare rispetto ad altri luoghi forse meno frequentati dell’Isola? Per ora ci limitiamo a osservare questa anomalia e restiamo in attesa, sapendo che le cose, in quest’ambito, sembrano destinate a cambiare molto velocemente…

La.F.

Articoli correlati

Ultime News

Covid-19 ad Arbus, un focolaio con 104 contagiati

Sale ancora il conteggio dei contagiati ad Arbus. Sono addirittura 104 casi attuali di positività al Covid-19, di cui 7 ricoverati in ospedale. Altre...

Cellulare dimenticato in treno, si cerca il proprietario (sceso a San Gavino)

Un passeggero del treno Cagliari-Oristano delle 19:20, salito alla stazione di Elmas Aeroporto e sceso alla stazione di San Gavino Monreale, ha dimenticato il...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 04.12.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 34 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 34 in isolamento domiciliare e nessuno ricoverato con sintomi.• 34 persone in quarantena (oltre i positivi...

Cane ritrovato a San Gavino Monreale, si cercano i padroni

Questo simpatico pelosetto si trova, al momento, presso l’Eurospin di San Gavino Monreale. Ha il collare, sembra ben tenuto. È solo molto infreddolito e...