19.8 C
San Gavino Monreale
martedì, 20 Ottobre 2020

Coronavirus, la Sardegna a rischio lockdown localizzati

Da leggere

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 20.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna: 18 attualmente positivi (+3 da ieri) di cui...

Studenti in sciopero: ecco le risposte dell’Assessorato Regionale ai Trasporti

Studenti dei licei di San Gavino Monreale e Villacidro in sciopero, per denunciare l'inadeguatezza del sistema dei trasporti regionale. Tra ieri e...

Cane sfortunato cerca famiglia prima dell’inverno

Questo sfortunato cagnolino cerca una famiglia che possa dargli cure e affetto. Un signore premuroso lo ha ritrovato nei pressi della sua...

Università della Terza Età, aperte le iscrizioni all’Anno Accademico 2020/21

L'età non deve essere considerata un limite per smettere di studiare ed al tempo stesso di imparare. È tenendo presente questo spirito...

I numeri in Sardegna iniziano a farsi preoccupanti. Lo spettro di un altro lockdown per Covid-19 nell’Isola torna prepotentemente di attualità, alla luce dei dati attuali.

Sono infatti 106 le persone ricoverate con sintomi importanti, 21 in terapia intensiva e più di 2.000 persone in isolamento domiciliare, per un totale di 2.154 di cittadini sardi attualmente positivi. Con la riapertura delle scuole (e considerando il caos trasporti e la confusione sui protocolli sanitari tra scuole e ATS) la situazione è probabilmente destinata a peggiorare.

“Innanzitutto bisogna controllare l’epidemia con i comportamenti, sostenere il tracciamento con l’app Immuni e fare la vaccinazione antinfluenzale”. Queste le dichiarazioni di Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica di Roma. “È chiaro che se questo non viene fatto, potremmo essere costretti a lockdown localizzati, proporzionati alla diffusione. In questo momento, le Regioni più a rischio sono Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna. Dobbiamo però assolutamente escludere di dover ricorrere a lockdown generalizzati”.

Insomma, un rischio concreto che può essere evitato solo con politiche di prevenzione e tracciamento. Purtroppo, considerando l’esiguo numero di persone che utilizzano l’app Immuni e la scarsa educazione civica nell’uso della mascherina, gli orizzonti sono abbastanza grigi.

Altri articoli

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 20.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna: 18 attualmente positivi (+3 da ieri) di cui...

Studenti in sciopero: ecco le risposte dell’Assessorato Regionale ai Trasporti

Studenti dei licei di San Gavino Monreale e Villacidro in sciopero, per denunciare l'inadeguatezza del sistema dei trasporti regionale. Tra ieri e...

Cane sfortunato cerca famiglia prima dell’inverno

Questo sfortunato cagnolino cerca una famiglia che possa dargli cure e affetto. Un signore premuroso lo ha ritrovato nei pressi della sua...

Università della Terza Età, aperte le iscrizioni all’Anno Accademico 2020/21

L'età non deve essere considerata un limite per smettere di studiare ed al tempo stesso di imparare. È tenendo presente questo spirito...

Confartigianato Sardegna: appello a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio

Appello di Confartigianato Sardegna a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio. Matzutzi e Serra: “Abbiate buonsenso e siate...