9.7 C
San Gavino Monreale
sabato, 17 Aprile 2021

Dopo quasi un anno di fermo, riprendono le attività delle associazioni sportive a San Gavino Monreale

Emergenza sanitaria

Dopo quasi un anno di fermo, il Comune ha dato il via alla ripresa delle attività delle associazioni sportive a San Gavino Monreale con la concessione di spazi idonei e l’adozione di protocolli che rendono possibile lo svolgimento delle attività in piena sicurezza. Grande è l’entusiasmo delle istruttrici Marianna Dessì e Laura Figus, titolari della ASD Ginnastica Ritmica Fantasia, ma soprattutto delle loro giovani allieve che finalmente, dopo mesi e mesi di attesa, hanno ottenuto dal Comune l’autorizzazione a riprendere le attività.

Eravamo ferme dal 5 marzo scorso”, spiega Marianna, “quindi per noi, ricominciare è stato fantastico”. Nessun tipo di attività alternativa, niente allenamenti, niente gare né saggi, e soprattutto nessuna soluzione al fermo era stata trovata prima di due settimane fa, quando le associazioni sportive hanno ricevuto l’ok per ripartire. Per molte persone, questa interruzione ha significato veramente tanto, un cambiamento drastico di vita: “Posso dirti”, continua Marianna, “che riniziare anche con un sacco di restrizioni è stato davvero emozionate, sia per me che per Laura. Lavoriamo insieme da vent’anni”.

Distanziamento e rispetto delle norme di igiene sono infatti le condizioni per poter svolgere la ginnastica anche nonostante il Covid-19, grazie anche alla disponibilità degli ampi spazi del capannone polivalente, nei pressi dell’Ospedale Nostra Signora di Bonaria. “Finalmente stiamo respirando una semi-normalità, nonostante i protocolli e le restrizioni. Ma soprattutto le nostre bimbe sono felicissime…e anche noi!

Le sportive e gli sportivi hanno dovuto tuttavia fare ancora una piccola pausa la settimana scorsa per consentire lo svolgimento della campagna di prevenzione “Sardi e Sicuri” che ha avuto luogo anche nel capannone polivalente nei giorni 20 e 21 febbraio, impossibilitato quindi ad accogliere le associazioni sportive nella settimana precedente l’iniziativa.

Ora si riparte sul serio e speriamo che questo sia davvero un nuovo inizio e che si riesca a riorganizzare gli spazi e le attività di tutte le associazioni, sportive e non, al fine di non dover più rinunciare a momenti importanti della vita di tutti, soprattutto dei più giovani.

La.F.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News