18.6 C
San Gavino Monreale
lunedì, 14 Giugno 2021

Restauro architettonico della Chiesa di Santa Chiara Vergine: avviati i lavori il 16 marzo 2021

Emergenza sanitaria

RESTAURO ARCHITETTONICO DELLA CHIESA DI SANTA CHIARA VERGINE: AVVIATI I LAVORI IL 16 MARZO 2021.

La Chiesa di Santa Chiara Vergine, ubicata nel cuore di San Gavino Monreale, costituisce uno dei suoi monumenti più rappresentativi e cari alla collettività, oltre ad essere classificato come edificio di interesse culturale, storico e artistico ai sensi del D. Lgs. 42 del 22/01/2004.

In seguito alla stipula di un protocollo d’intesa tra il Comune di San Gavino Monreale e la Parrocchia di Santa Chiara Vergine, in rappresentanza della Diocesi di Ales-Terralba, si è formalizzato il rinvenimento delle somme per porre in essere le necessarie opere di manutenzione ordinaria, straordinaria e di restauro conservativo della Chiesa.

Il costo complessivo del suddetto intervento è di € 150.000, di cui € 90.000 ottenuti dall’Amministrazione mediante partecipazione all’apposito bando di finanziamento RAS e € 60.000 stanziati dalla Diocesi di Ales-Terralba. Le lavorazioni contemplate dal progetto di restauro sono volte a recuperare e conservare l’organismo edilizio nel pieno rispetto dei suoi caratteri storico- artistici originari, prevedendo:

  • il rifacimento degli intonaci degli ambienti interni;
  • la tinteggiatura delle pareti delle pareti interne e delle volte;
  • la raschiatura e asportazione degli strati incoerenti degli intonaci degli archi delle cappelle, con successiva tinteggiatura;
  • la realizzazione del massetto per livellare la parte del presbiterio destinata al coro ligneo;
  • la pulizia del prospetto principale in pietra della Chiesa;
  • la manutenzione del campanile (ripristino volumetrico previa pulizia, trattamento e tinteg- giatura dei ferri ammalorati; ripristino o sostituzione delle lastre di rivestimento del campa- nile danneggiate)

I lavori sono iniziati martedì 16 marzo u. s. e dureranno 90 giorni, al termine dei quali verrà predisposta la ricollocazione nella sede originaria del suddetto coro ligneo, accuratamente restaurato ed ora in custodia presso il laboratorio di restauro. Il manufatto, infatti, era interessato da un massiccio attacco di termiti, come del resto tutto l’edificio, che ne avevano oltremodo intaccato la struttura. I circa € 5.000 utili ad effettuare il rimontaggio ed il trasporto a lavori ultimati proverranno direttamente dalle casse comunali.

Il Vicesindaco e Assessore agli Investimenti Pubblici
Nicola Ennas

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News