25 C
San Gavino Monreale
lunedì, 14 Giugno 2021

San Gavino, addebito per un aspirapolvere mai comprato: la sua carta di credito è risultata clonata

Emergenza sanitaria

Andando a verificare la lista movimenti della carta di credito utilizzata per acquisti e pagamenti online, un 43enne di San Gavino Monreale si è accorto di un addebito incomprensibile per l’acquisto di un aspirapolvere (mai effettuato) sulla più nota piattaforma americana di ecommerce.

Approfondendo la situazione con la stessa società, l’uomo riusciva a capire la situazione, avviando nel contempo le operazioni per il recupero del credito. Una volta disabilitata la carta di credito, avendo paura che da un momento all’altro potessero arrivare nuove note di addebito, l’uomo si è rivolto ai carabinieri della locale Stazione, che si sono dedicati con impegno a comprendere quanto accaduto.

I militari hanno capito subito che la carta di credito era stata clonata: questo avviene purtroppo di tanto in tanto con una discreta frequenza.

Basta perdere di vista per un attimo la propria card, o affidarla alle mani sbagliate, ed il gioco è fatto. Con un semplice passaggio in una strumentazione simile ai comuni “lettori POS” i dati della carta possono essere sottratti per essere riutilizzati a migliaia di km di distanza. Non si tratta di una tecnologia avveniristica, ma di uso abbastanza comune.

I carabinieri di San Gavino Monreale sono risaliti al destinatario dell’aspirapolvere acquistato ai danni dell’ignaro sangavinese, si tratta di un 30enne brindisino residente a Roma. Il truffatore è riuscito ad accreditare la carta sul proprio account e ha pensato bene di utilizzarla per i propri acquisti: inevitabile la denuncia e la richiesta di risarcimento.

L’uomo avrà un processo a Cagliari perché è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per la clonazione e l’uso fraudolento della carta di credito.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News