14.6 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 20 Ottobre 2021

Donazione del sangue e vaccini anti-Covid, facciamo chiarezza

Emergenza sanitaria

C’è confusione, dovuta alla circolazione di notizie fuorvianti, attorno alla possibilità di donare il sangue dopo essersi sottoposti ad uno dei vaccini anti-Covid. Per questo, con riferimento alla Circolare del CNS del 21/12/2020 n°2448, tentiamo di sgombrare – con la collaborazione preziosa di Avis San Gavino Monreale – il campo da tutti i dubbi.

Innanzitutto è bene sapere che si può ridonare il sangue in tempi anche brevissimi dopo la vaccinazione, con differenze basate su eventuali sintomi (ad es. febbre) successivi all’inoculazione e al tipo di vaccino ricevuto.

Ecco una piccola tabella riepilogativa:

1. Soggetti vaccinati con virus inattivati, vaccini che non contengono agenti vivi o vaccini ricombinanti (ad es. Pfizer-BioNTech e Moderna): se asintomatici, devono attendere 48 ore dopo ogni somministrazione prima di donare. Se sintomatici, devono attendere almeno 7 giorni.

2. Soggetti asintomatici vaccinati con virus attenuati (ad es. AstraZeneca e Johnson &Johnson): se asintomatici, devono attendere almeno 4 settimane dopo ogni somministrazione. Se sintomatici, oltre le 4 settimane, devono trascorrere ulteriori 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

3. Soggetti vaccinati cui sia stato somministrato un vaccino anti-Covid di cui manchino o non si riescano a reperire sufficienti informazioni: se asintomatici, devono attendere almeno 4 settimane dopo ogni somministrazione. Se sintomatici, oltre le 4 settimane, devono trascorrere ulteriori 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News