25 C
San Gavino Monreale
lunedì, 14 Giugno 2021

Medio Campidano, l’Avis Provinciale ha un nuovo direttivo

Emergenza sanitaria

La serata di ieri, giovedì 27 maggio, ha visto nascere il nuovo consiglio direttivo dell’Avis Provinciale del Medio Campidano. La riunione per l’accettazione e assegnazione delle cariche si è tenuta nella sede di Sanluri e ha fatto seguito all’assemblea annuale con i delegati delle sedici sezioni della provincia, che quest’anno prevedeva l’elezione del nuovo direttivo per il quadriennio 2021/2024, svoltasi lo scorso sabato 21 maggio a Villacidro.

Il neo-presidente eletto è Marino Tolu, mentre il vicepresidente vicario è Eloisa Abis. La seconda vicepresidenza è andata a Giada Lampis e la nomina di segretario a Giada Podda; la carica di tesoriere, infine, è stata assegnata a Davide Serrenti. Gli altri componenti del consiglio direttivo sono Francesca Fenu, Antonio Giorri, Marco Marongiu e Silvano Soddu.

«La comunicazione sarà una delle nostre priorità», ha commentato Marino Tolu. «È fondamentale che tra l’Avis Provinciale e le varie sezioni comunali ci sia uno scambio di informazioni costante, perché solo così si riuscirà a intervenire laddove si riscontrino criticità e ci sia bisogno di dare adeguato sostegno in uno specifico territorio. Anche il confronto dei dati delle raccolte effettuate negli anni permette di capire da cosa derivino le maggiori difficoltà e in quali periodi sia necessario fornire più supporto».

Altro aspetto sottolineato dal neo-presidente è la necessità di collaborazione tra le varie Avis comunali: «condividere soluzioni utili e progetti vincenti, replicabili in altre realtà, è la chiave per perseguire il nostro obiettivo comune. Come direttivo lavoreremo tutti insieme, ciascuno secondo le proprie competenze e potenzialità, a una programmazione lungimirante per far crescere e migliorare la nostra associazione, anche per chi verrà dopo di noi. Dobbiamo essere capaci di favorire quel ricambio generazionale inevitabile, con iniziative di sensibilizzazione a partire dalle scuole, cosa che alcune comunali già fanno, e i cui frutti potranno essere raccolti anche tra qualche anno».

Si tratta di un direttivo che accoglie al suo interno giovani e giovanissime: Giada Podda e Giada Lampis sono anche rispettivamente vicepresidente e segretario della Consulta Giovani Avis Medio Campidano – di  cui ha fatto parte anche Davide Serrenti – che si occupa di promuovere anche fra i più giovani l’importanza della donazione di sangue, coinvolgendo le scuole con progetti e iniziative. «Faccio parte dell’Avis da soli quattro anni e sono felice che l’assemblea abbia ripagato l’impegno all’interno della mia comunale e della Consulta Giovani. Sono ancora incredula ed emozionata e mi impegnerò ancora di più in questo nuovo incarico. Ci faremo portavoce degli interessi dei giovani avisini in modo da coinvolgere e sensibilizzare maggiormente i nostri coetanei», ha commentato Giada Lampis, nominata anche capodelegazione della provincia alla prossima assemblea regionale, in programma il 6 giugno.

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News