14.8 C
San Gavino Monreale
sabato, 27 Novembre 2021

Beppe Caboni sarà il selezionatore della Natzionale Sarda di Basket

Emergenza sanitaria

L’incarico di selezionatore della Natzionale Femminile di pallacanestro è stato affidato al tecnico sangavinese Beppe Caboni.

Classe 1966, attualmente allenatore del B.C. Winterthur nel campionato svizzero, Beppe Caboni ha iniziato il suo percorso da tecnico ad appena 26 anni guidando il G.S. Oratorio Elmas tra Serie B Femminile e Serie C2 Maschile. Dopo aver sfiorato una storica promozione in A2 Femminile con la Vitalis San Gavino, è tornato al settore maschile approdando prima alla Libertas Oristanese, poi all’Esperia Cagliari.

Dopo una parentesi nel 2005 alla Virtus Cagliari (ancora A2 Femminile), la sua carriera si è sviluppata prevalentemente lontano dall’Isola, tra Pontedera, Ancona (stagione da record, con 24 vittorie consecutive e vittoria della regular season di A2), Alcamo e Chieti. E proprio in Abruzzo ha conquistato una delle imprese più importanti della sua carriera, conducendo il CUS alla promozione in A1 Femminile.

Rientrato in Sardegna, è stato allenatore di Olimpia Cagliari e Pirates Accademia Basket in B Maschile. La scorsa estate ha infine scelto di accettare la proposta di Winterthur, storica compagine della pallacanestro svizzera. 

Lo staff di coach Beppe Caboni sarà completato da due tecnici giovani e promettenti, entrambi sassaresi: Giulio Fenu, classe 1987, tecnico e direttore sportivo del Basket 90 Sassari, e Martina Mannu, classe 1993, attualmente allenatrice nel settore giovanile della Pallacanestro Alghero.

«Sono orgoglioso e grato di poter ricoprire l’incarico di commissario tecnico della Natzionale Femminile – commenta Beppe Caboni – questo ruolo, peraltro, mi permette di tornare a contatto con il mondo del basket femminile, che sento intimamente mio. Sono sempre stato estremamente fiero della mia identità nazionale sarda e credo che il nostro sentimento d’appartenenza, così forte e radicato, rappresenti un indubbio vantaggio. Il progetto di FINS mi piace molto, perché consentirà ai nostri atleti di allargare i propri orizzonti, uscire dalle zone di comfort e aprire la strada verso il miglioramento. Non vedo l’ora, inoltre, di poter collaborare con Nunzia Serradimigni: averla accanto sarà un ulteriore stimolo positivo».

In bocca al lupo a coach Beppe Caboni per questa nuova avventura!

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News