19.9 C
San Gavino Monreale
sabato, 28 Maggio 2022

Sport, natura e solidarietà: l’Associazione Delfino riparte con la scuola

Emergenza sanitaria

Ripartono anche quest’anno le attività di volontariato a favore di persone con disabilità delle Associazioni sangavinesi Delfino ODV e ASD Delfino Sport, presiedute da Piero Antonio Follesa.

“Quest’anno – ci spiega il Presidente – avvieremo due progetti molto importanti con il prezioso contributo della Fondazione di Sardegna che, ancora una volta, ci consente di realizzare i nostri piccoli “sogni”, quest’anno con tante novità che includono la collaborazione con le scuole primarie sangavinesi”.

Dieci anni di sport. L’Associazione sportiva Delfino Sport condurrà per il terzo anno il progetto “Lo Sport rende Speciali” con l’obiettivo di consentire alle persone con disabilità di cimentarsi in diverse discipline sportive dal ballo all’atletica, dal basket al calcio a 5 sino allo yoga. “Quest’anno”, spiega Follesa, “l’Associazione Delfino Sport festeggia il suo decennale: nata nel settembre 2012 al fine di consentire alle persone con disabilità di usufruire degli spazi comunali al pari delle altre associazioni sportive, la Delfino Sport è diventata una realtà sangavinese confermandosi, anno dopo anno, in grado di garantire il benessere alle persone con disabilità (e non solo) attraverso varie discipline sportive”. Si tratta di un impegno costante e molto importante perché, come spiega anche il titolo del progetto di quest’anno, lo sport rende davvero speciali, facilita l’integrazione e promuove la salute.

Come un albero, tra natura e solidarietà. “L’altra novità di quest’anno”, spiega ancora il Presidente Follesa, “è il progetto che verrà condotto dall’Associazione Delfino ODV, totalmente incentrato sul tema della natura e del mondo delle piante”. Ispirato da un libro illustrato dal titolo “Come un albero” (autrice M. Gianferrari), il progetto gioca sul binomio diversità-biodiversità e richiama l’attenzione sull’importanza di rispettare la diversità tra gli esseri umani e la biodiversità di tutti gli esseri viventi. “Siamo come alberi”, spiega Follesa, “non soltanto perché assolviamo le stesse funzioni vitali, ma anche perché, come gli alberi di un bosco, condividiamo gli stessi spazi, ci aiutiamo a vicenda, abbiamo cura di noi stessi e degli altri”. Il progetto include la ripresa dell’orto “del sorriso” nella sede dell’Associazione Delfino, che era stato dismesso qualche anno fa in seguito alla richiesta di cambio di sede, da parte del Comune, nonché delle difficoltà legate al Covid negli ultimi tempi.

Tutti a scuola. Ma la vera novità di quest’anno, che riguarda entrambi i progetti, sarà la collaborazione con la Scuola Primaria di via Caddeo, grazie a un accordo tra Delfino e l’Istituto Comprensivo Eleonora d’Arborea di San Gavino. “Abbiamo collaborato con la scuola di via Caddeo qualche anno fa, in un progetto di teatro integrato e con l’organizzazione di alcune giornate insieme nella sede della nostra Associazione, negli anni 2015/2016. Allora era diverso”, spiega ancora Follesa, “perché non c’era il Covid, non c’erano le mascherine e le restrizioni che noi tutti conosciamo”. Ma quell’esperienza è stata importante, sia per  le persone con disabilità che per i bambini e, spiega Follesa, “abbiamo voluto ripeterla. Ci siamo quindi sforzati di pensare a qualcosa che fosse fattibile nel rispetto delle normative anti-covid e che consentisse di promuovere i temi dell’integrazione e conoscenza della disabilità nel mondo della scuola”. I progetti “Lo sport rende speciali” e “Come un albero” prevedono attività integrata tra persone con disabilità e alunni della primaria che si svolgeranno nella primavera del 2022.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News