27.3 C
San Gavino Monreale
venerdì, 27 Maggio 2022

Caro carburante, l’incontro tra i sindacati degli autotrasporti e Governo è un flop: nessuna compensazione sulla speculazione

Emergenza sanitaria

Unatras, l’Unione delle Associazioni Nazionali più rappresentative dell’Autotrasporto, guidata dal Presidente Amedeo Genedani, (Presidente Nazionale di Confartigianato Trasporti e VicePresidente Europeo delle Associazioni dell’Autotrasporto-UETR), di cui fanno parte Confartigianato Trasporti, Fita Cna, Fai Conftrasporto insieme ad altre 5 Associazioni datoriali del trasporto merci, (Fiap, Sna Casartigiani, Unitai, Lega delle Cooperative e Confcooperative) ha incontrato questo pomeriggio la viceministra delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Teresa Bellanova, nell’ambito della vertenza dell’Autotrasporto.

“La vice ministro – commentano i vertici di Unatras – ci ha Presentato un pacchetto di proposte, che ha chiamato “protocollo di intesa” che recepisce le nostre proposte sulle regole del settore. Ad oggi dal ministero dei trasporti non ci sono proposte su compensazioni per il caro carburanti”.
“Sulla questione gasolio la vice ministra ci ha annunciato che la risposta alla categoria sarà data da un provvedimento generale del governo di cui non si conosce l’entità effettiva. Si apprende da fonti di stampa che con il consiglio dei ministri di questo giovedì ci sarà una riduzione generale del costo del gasolio di 15 cent. Per fermare la speculazione in atto, abbiamo chiesto di attuare dei controlli serrati oltre a fissare per decreto un tetto al prezzo del gasolio. Non abbiamo firmato alcun accordo – specificano i sindacalisti – ma il tavolo resta aperto permanentemente. Sabato sono confermate le nostre manifestazioni/assemblee per confrontarci con la categoria e anche per protestare contro le speculazioni sul prezzo e sulla carenza del canale extra rete”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News