19.9 C
San Gavino Monreale
sabato, 28 Maggio 2022

Lavoro, ai nastri di partenza il primo bando per acquisizione e rinnovo delle patenti C CQC, D CQC ed E

Emergenza sanitaria

Ai nastri di partenza il primo bando per l’acquisizione e il rinnovo delle patenti C CQC, D CQC ed E, con l’introduzione di criteri equi e oggettivi per i voucher.

Nessuna formula click day né un criterio di ordine cronologico di presentazione delle istanze: l’elenco dei beneficiari verrà individuato in base all’ISEE, attribuendo (a parità di reddito) quale requisito preferenziale la minore età anagrafica. È quanto deciso ieri dalla Giunta  su proposta dell’Assessore del Lavoro, Alessandra Zedda, che considera l’aggiornamento delle disposizioni attuative del finanziamento di percorsi formativi mirati all’ottenimento delle patenti una “ulteriore garanzia di efficacia della misura e un atto di equità sociale”. A questo primo bando ne seguiranno altri finalizzati ad abbracciare l’intero bacino di interessati andando a ‘recuperare’ anche gli esclusi. È quindi una prima azione della Regione volta a soddisfare una esigenza particolarmente sentita.

“Avevamo come obiettivo primario quello di sostenere i cittadini nella fruizione delle nuove misure con particolare attenzione ai soggetti più svantaggiati e ora, in un momento particolarmente difficile per la nostra economia, interveniamo ancora per dare una risposta concreta che va ancor più in quella direzione, mettendo a disposizione un Avviso efficace nei contenuti ed equo nei criteri”, ha spiegato l’esponente della Giunta Regionale. Entra quindi nel vivo un’altra delle misure disposte dall’Assessorato del Lavoro per favorire l’occupazione e generare nuove opportunità attraverso percorsi formativi mirati. L’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro, Aspal, è infatti pronta per procedere alla pubblicazione dell’avviso pubblico per la presentazione delle domande da parte dei disoccupati e delle disoccupate già in possesso almeno di una patente superiore C o D. Con l’utilizzo dell’indicatore Isee e delle anagrafiche quali criteri privilegiati, il beneficio regionale (importo massimo 3500 euro) verrà quindi destinato ai segmenti di popolazione in condizione di maggiore bisogno con evidenti ricadute di carattere sociale ed economico. “Con questo provvedimento – ha proseguito l’Assessore Zedda – facciamo realmente incontrare domanda e offerta dando una risposta concreta al fabbisogno delle aziende di trasporto e logistica e offrendo nuove possibilità formative a chi in questo momento non ha un lavoro stabile”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News