19.9 C
San Gavino Monreale
sabato, 28 Maggio 2022

ASL Medio Campidano: la Cartella Clinica ora è nel Fascicolo Sanitario Elettronico

Emergenza sanitaria

Un servizio fortemente innovativo che permetterà, a chi è stato ricoverato nell’ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale, di scaricare, consultare e stampare la cartella dal FSE senza richiederla agli sportelli e senza dover pagare nulla.

“Da oggi – comunica Giorgio Carboni, Direttore Generale della ASL del Medio Campidano – chi è stato ricoverato nell’ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale, non avrà più bisogno di richiedere la cartella clinica agli sportelli dell’ospedale e non dovrà pagare nulla per averla perché la troverà, senza alcuna richiesta o altra formalità, nel proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)”.

Nel proprio Fascicolo l’utente potrà consultare la cartella e scaricarla, per utilizzarla in formato digitale o stamparla, riproducendola tutte le volte che vuole e senza avere il bisogno di conservarla o la paura di perderla perché il Fascicolo la conserverà indefinitamente. La consultazione potrà essere attivata anche dagli operatori sanitari (medici e farmacisti) abilitati dall’interessato che deciderà sempre e comunque il livello di privacy che dovranno avere i documenti contenuti nel suo Fascicolo.

La possibilità di consultare la cartella clinica nel proprio Fascicolo Sanitario Elettronico è un servizio fortemente innovativo che l’ospedale Nostra Signora di Bonaria offre per primo nel panorama nazionale. È infatti la prima volta in Italia che si sperimenta il trasferimento diretto della cartella clinica dall’archivio dell’ospedale al Fascicolo Sanitario del cittadino e finora solo l’ospedale di San Gavino Monreale offre questa opportunità.

La cartella clinica è l’insieme dei documenti che contengono tutte le informazioni relative ad un ricovero ospedaliero e i pazienti dimessi ne hanno bisogno per conoscere cosa è stato fatto durante la degenza, per valutare la necessità di ulteriori indagini diagnostiche e di cure, per esigenze medico-legali. Per conoscere il contenuto della propria cartella clinica occorre recarsi nell’ospedale presso il quale si è stati ricoverati, richiederne copia, direttamente o tramite altra persona di fiducia fornita di delega e della documentazione di identità, pagare le spese di riproduzione e ritirarla, generalmente in forma cartacea. Gli ospedali più sensibili e organizzati consentono di effettuare la richiesta online ma l’accertamento dell’identità del titolare o del delegato al ritiro, impone comunque che la persona si rechi allo sportello. Alcuni ospedali, per particolari esigenze, spediscono la cartella via posta dopo aver acquisito la documentazione dell’interessato.

La registrazione automatica della cartella clinica nel Fascicolo Sanitario Elettronico è una vera e propria nuova frontiera della gestione della documentazione clinica resa possibile dalla collaborazione della ASL del Medio Campidano con Sardegna IT, la società in-house della Regione per la gestione del Sistema Informativo Regionale e la società MARNO che gestisce l’archivio sanitario delle due ASL ed è Conservatore Accreditato dall’Agenzia per l’Italia digitale (AGID) per la conservazione dei documenti sanitarie delle cartelle cliniche.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News