27.3 C
San Gavino Monreale
venerdì, 27 Maggio 2022

“Sardegna più semplice”, un questionario online per la semplificazione burocratica

Emergenza sanitaria

“La Regione prosegue il percorso di semplificazione burocratica e propone ai cittadini un questionario on line per raccogliere idee utili a migliorare le procedure, ridurre i tempi delle pratiche, rendere più facili gli adempimenti”. Lo ha detto l’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, annunciando una consultazione pubblica in rete, denominata “Sardegna più semplice”, per chiedere ai cittadini di segnalare gli ostacoli della burocrazia regionale e suggerire le soluzioni per rimuoverli.

Il questionario, composto da quattro domande, è online sino al 30 aprile 2022, sui siti “Sardegna semplice” (http://sardegnapiusemplice.regione.sardegna.it) e “Sardegna impresa” (http:// www.sardegnaimpresa.eu/it)

Si potranno indicare le norme, nell’ambito delle competenze regionali, che si ritengono complicate e le proposte per renderle più comprensibili, snelle ed efficaci – ha aggiunto l’assessore Pili – Le informazioni raccolte costituiranno materiale prezioso per individuare i settori nei quali intervenire”.

“Le norme superate e di difficile comprensione frenano la crescita e lo sviluppo, oltre a scoraggiare i cittadini e gli imprenditori – ha sottolineato l’esponente della Giunta Solinas – Perciò, la Regione ha avviato da tempo un processo di semplificazione, iniziato con la legge n. 24 del 2016, che prevede l’impegno della Giunta a presentare ogni anno al Consiglio regionale un disegno di legge mirato a ridurre costi e oneri amministrativi gravanti su cittadini e imprese”.

“Il questionario ‘Sardegna più semplice’ fa parte di questo impegno, all’insegna di una partecipazione fondamentale affinché gli interventi sulle leggi si sviluppino su esigenze concrete. Gli uffici, ricevute le segnalazioni, esamineranno le leggi, verificando la presenza delle norme superate e non efficaci da eliminare. Un lavoro che riguarda tutti i settori e può incidere significativamente sul rapporto fra la pubblica amministrazione e i cittadini, migliorando la qualità della vita”, ha concluso l’assessore Pili.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News