19.9 C
San Gavino Monreale
sabato, 28 Maggio 2022

Le scadenze fiscali di maggio 2022: indicazioni per cittadini, aziende e liberi professionisti

Emergenza sanitaria

Maggio è un mese ricco di scadenze fiscali. Si comincia il 2 maggio con i primi adempimenti contabili, per passare poi ai soggetti IVA, Associazioni Pro Loco sino alle presentazioni Intrastat.

Tutte le date da segnare in rosso per non incorrere in sanzioni. Le date fiscali più importanti, dalle associazioni Pro-loco ai soggetti Iva redatte dallo Studio Consulenze Cardia.

2 maggio. Enti non commerciali che effettuano raccolte pubbliche di fondi: redazione rendiconto annuale. Chi: enti non commerciali che effettuano raccolte pubbliche di fondi (tra cui vi rientrano anche le associazioni sportive dilettantistiche, le associazioni senza fini di lucro e le associazioni pro-loco. Cosa: redazione, entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio, di apposito rendiconto, accompagnato da una relazione illustrativa, da cui devono risultare le entrate e le spese relative alle raccolte pubbliche di fondi effettuate in concomitanza delle celebrazioni, delle ricorrenze o delle campagne di sensibilizzazione di cui all’art.143, comma 3, lett.a), del D.P.R. n.917/1986. Modalità: il rendiconto deve essere tenuto e conservato secondo le regole prescritte per le scritture contabili.

16 maggio. Esercenti commercio al minuto – adempimenti contabili. Chi: soggetti esercenti il commercio al minuto e assimilati e esonerati dalla trasmissione telematica dei corrispettivi. Cosa: registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente. Modalità: annotazione nel registro dei corrispettivi.

16 maggio. Soggetti Iva: adempimenti contabili. Emissione e registrazione delle fatture differite relative ai beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è stata effettuata l’operazione nonché fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente.

16 maggio. ASD, Pro-loco e altre associazioni: adempimenti contabili. Chi: ASD, Pro-loco, associazioni senza scopo di lucro e associazioni pro-loco che hanno optato per il regime fiscale agevolato, di cui all’art.1 della legge 16 dicembre 1991, n.398. Dette associazioni devono annotare, anche con un’unica registrazione l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento, conseguito nell’esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente. Modalità: annotazione nel registro approvato con D.M. 11 febbraio 1997 opportunamente integrato.

16 maggio. Tobin Tax – versamento dell’imposta dovuta sulle operazioni su strumenti finanziari derivati e su valori mobiliari. Chi: banche, società fiduciarie, imprese di investimento abilitate all’esercizio professionale nei confronti del pubblico dei servizi e delle attività di investimento di cui all’art. 18 del D.Lgs. n.58 del 1998 e gli altri soggetti comunque denominati che intervengono nell’esecuzione di transazioni finanziarie, ivi compresi gli intermediari non residenti nel territorio dello Stato, nonché notai che intervengono nella formazione o nell’autentica di atti relativi alle medesime operazioni. Cosa: versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie, dovuta sulle operazioni su strumenti finanziari derivati e su valori mobiliari effettuate nel mese precedente. Modalità: tramite modello F24 con modalità telematiche o tramite intermediario abilitato.

16 maggio. Versamento imposta sugli intrattenimenti. Chi: soggetti che esercitano attività di intrattenimento o altre attività indicate nella Tariffa allegata al D.P.R. n.640/1972. Cosa: versamento dell’imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività volte con carattere di continuità nel mese precedente. Modalità: tramite modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel, oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate) oppure tramite intermediario abilitato.

19 maggio. Enti pubblici con vincolo di tesoreria unica – ravvedimento. Enti ed organismi pubblici, nonché amministrazioni centrali dello Stato individuate dal D.M. 5 ottobre 2007 e dal D.M. 22 ottobre 2008 tenuti al versamento unitario di imposte e contributi. Cosa: ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 19 aprile 2022, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve). Modalità: modello F24 EP con modalità telematiche. N.B. I sostituti d’imposta cumulano gli interessi dovuti al tributo.

20 maggio. Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitato, accreditato, riscosso e riservato nel mese precedente. Chi: imprese elettriche. Cosa: comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone Tv addebitato, accreditato, riscosso e riservato nel mese precedente. Modalità: esclusivamente in via telematica mediante il servizio telematico Entratel o Fisconline, direttamente o tramite intermediari abilitati.

25 maggio. Operatori intracomunitari con obbligo mensile – presentazione INTRASTAT. Presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE. Modalità esclusivamente in via telematica, all’Agenzia delle Dogane mediante il Servizio Telematico Doganale E.D.I.

31 maggio. Enti non commerciali e agricoltori esonerati – presentazione INTRA 12. Chi: enti non commerciali di cui all’art.4, quarto comma, del D.P.R. n.633/1972 e produttori agricoli di cui all’art.34, sesto comma, dello stesso D.P.R. n.633/1972. N.B. Sono tenuti a questo adempimento sia gli enti non commerciali non soggetti passivi d’imposta sia quelli soggetti passivi Iva, limitatamente alle operazioni di acquisto realizzate nell’esercizio di attività non commerciali. Cosa: dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti passivi Iva e dagli agricoltori esonerati (Modello INTRA 12).

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News