8.8 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 8 Febbraio 2023

Da chef su yacht dei miliardari a insegnante di cucina a San Gavino Monreale 

Eventi e manifestazioni

Marco Secchi è un cuoco sangavinese che per anni ha avuto la fortuna di andare alla scoperta del mondo grazie alle sue capacità dietro i fornelli.  “Per anni – ci racconta Marco – ho considerato casa le diverse cucine in cui venivo chiamato a lavorare, ho avuto l’opportunità di lavorare con molti professionisti talentuosi e ho imparato molto da ognuno di loro. Ora voglio condividere queste conoscenze e insegnarle durante i corsi di cucina che sto per avviare nel mio paese natale”.

Quella di Marco, fino ad alcuni mesi fa, sembrava una carriera avviata, una splendida avventura di vita che non prevedeva San Gavino Monreale tra le tappe future. “Ho sempre cercato lavori ed esperienze che mi portassero lontano da San Gavino. Pensavo di andare alla scoperta del mondo, ma la verità è che ho sempre avuto la voglia di tornare a casa”.

Marco Secchi ha trascorso gli ultimi dieci anni viaggiando e lavorando in alcune delle cucine più rinomate della Sardegna, partecipando a eventi di caratura internazionale e cucinando per alcuni dei nomi più importanti del jet set internazionale. Tuttavia, nonostante il successo raggiunto nel suo lavoro, Marco ha cominciato a sentirsi un po’ stanco. “Guardandomi dietro mi sono reso conto di aver trascorso così tanto tempo lontano da casa da aver quasi perso il contatto con la mia famiglia e i miei amici”.

Sensazioni che hanno lo hanno convinto a tornare a San Gavino Monreale e provare a costruirsi un nome e una carriera anche nel suo paese d’origine. “Ho trovato velocemente lavoro come cuoco in un centro termale della zona e fin da subito, anche grazie ad alcuni amici che mi hanno supportato, ho iniziato a progettare e mettere in piedi una vecchia idea imprenditoriale”.

“A gennaio prenderà il via il mio primo corso di cucina – spiega Marco Secchi – un progetto che ho voluto far nascere con tutte le mie forze a San Gavino Monreale. L’idea è quella d’instaurare un rapporto amichevole e colloquiale con i partecipanti cosi da guidarli alla scoperta di alcune delle tecniche di cucina più comuni. Avrei potuto cogliere diverse occasioni e avviare i corsi in altri paesi, ma la voglia di voler fare qualche cosa nella cittadina dove sono nato e cresciuto è stata più forte di qualunque proposta. Tra poche settimane la prima classe del corso di cucina base si riunirà per la prima lezione e spero che questo possa essere solo l’inizio di una storia sangavinese tutta da scrivere”.

█ Leggi le nostre notizie anche su Telegram

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News