Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Cortes Apertas, perché non provare a importare il modello?

Autunno in Barbagia con le tante Cortes Apertas durante i fine settimana, è diventato da qualche anno un appuntamento fisso per tutti i Sardi che amano la tradizione, la cultura, la cucina, la musica Sarda.

Abbiamo visto le immagini di alcune Corti e sono tutte fantastiche: l’ultima in ordine temporale è quella di Fonni, che con i suoi presepi all’aperto e con il presepe vivente, ha dato il via all’Avvento. Il modello è semplice e anche facilmente esportabile, dato che ogni zona della Sardegna ha il proprio fascino, la propria storia e le proprie tradizioni.

Perché non provare a importare il modello anche a San Gavino Monreale e ai paesi limitrofi? Magari nel periodo dello Zafferano, in modo da rivitalizzare e rivalutare una sagra (che poi la si chiami “rassegna” poco cambia, nella sostanza) e magari coordinandosi con i paesi vicini (Sanluri, Sardara, Pabillonis, Villacidro, Guspini, Gonnosfanadiga… e perché no, anche Turri e Villanovafranca, per creare “sinergia” e non “concorrenza”).

Abbiamo una storia che non è seconda ad altre zone della Sardegna: dagli insediamenti nuragici al periodo Giudicale, arrivando ai giorni nostri con i musei di cultura moderna (Due Fonderie, Museo del Calcio, Museo del Carnevale, etc).

Sappiamo che ci sono dei nostri concittadini che partecipano attivamente alla valorizzazione turistica di altre zone della Sardegna e della nostra tradizione culinaria, riscuotendo un successo a livello nazionale. Abbiamo esperti di storia e archeologia che potrebbero intrattenere il pubblico per giorni. Abbiamo cimeli, antichi e moderni, unici nel loro genere.

Non sarebbe forse il caso di iniziare a sfruttare queste risorse interne per portare del turismo “buono” anche a San Gavino Monreale?

Lascia un commento