#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Facciamo chiarezza sul Dog Park

Come annunciato ieri, diamo spazio alla voce ufficiale dell’associazione che ha ideato e proposto il Dog Park a San Gavino, in modo da spazzare via definitivamente le polemiche sorte su facebook.
La speranza è che adesso tutti gli interessati collaborino in maniera costruttiva al progetto.
 

Come responsabile dell’Ass. Stazione Culturale promotrice del progetto Dog Park, mi preme fare chiarezza al fine di calmare gli animi accesi su Facebook.

La volontà di realizzare a San Gavino un’area riservata al gioco e all’addestramento dei cani rimane in essere. Riguardo al sito in cui realizzarlo preferiamo valutare delle alternative, si necessita di un’area parzialmente recintata, raggiungibile a piedi con illuminazione pubblica e un punto di prelievo acqua, senza queste condizioni l’associazione con il supporto delle sole donazioni, non sarebbe in grado di sostenere il progetto.

Progetto aree del Parco Rolandi

Progetto aree del Parco Rolandi

La proposta di riqualificare una piccola area poco utilizzata del parco Rolandi (vedi mappa), con la realizzazione di un giardino e un’area attrezzata di MobilityDog avrebbe sicuramente portato molti vantaggi senza togliere spazio all’area gioco dei bambini. Vantaggi tra i quali un maggior afflusso di frequentatori del parco con diretto incremento sui bilanci del gestore del chiosco; un trampolino di lancio per addestratori ed educatori cinofili; organizzazione di eventi dedicati; maggior pulizia di tutto il parco in quanto la limitazione dell’accesso dei cani in un’area recintata e riservata favorirebbe l’igiene e la sicurezza, ricordiamo che attualmente i cani sono liberi di circolare e defecare in tutta l’area.

Inoltre ci sarebbe stato un coinvolgimento anche per i bambini con l’attività denominata Bambility®, essa mira allo sviluppo delle capacità sociali ed emotive attraverso l’interazione diretta con il cane. Con questa attività il bambino vive in maniera diretta, se pur guidata, la relazione con il cane e gode pienamente dei benefici che portano al bagaglio culturale, cognitivo ed emotivo. Giocare con il cane, prendersi cura di lui, osservarne le abilità e le peculiarità costruendo insieme a lui, una vera e propria storia attraverso cui esprimere creativamente se stessi, crescere ed imparare.

Concludo informando che il primo Dog Park del medio campidano verrà comunque realizzato a San Gavino ma NON nel Parco Rolandi, dunque che si raggiungano 100 o 5000 firme la decisione è ormai presa al fine di portare avanti il progetto, preferiamo come volontari dell’Ass. Stazione Culturale individuare un’altra area, senza rammarico e difficoltà operando con serenità ed entusiasmo, caratteristiche che fino ad oggi non sono mai mancate.

Dai post su Facebook si intende che nessuno è contro l’Associazione o al Dog Park, ma solo che a causa della disinformazione sono scaturite discussioni inutili, dunque approfitto invitando anche le persone che hanno firmato la petizione a collaborare con noi attivamente per la realizzazione del parco tanto atteso.

Walter Piras

Lascia un commento