#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Questione di educazione

Ciao Comprendo, scrivo per segnalare il solito problema di San Gavino: gli imbecilli. Non so se pubblicherete la mia lettera, dato che le mie parole sono più da italiano parlato che da italiano scritto. Solo che mi fa davvero arrabbiare passeggiare per il mio paese e vederlo ridotto così per colpa di quattro ragazzini imbecilli.

Non so se sono quattro gli imbecilli che passano le loro notti a strappare via cartelloni, rompere vasi di fiori o danneggiare tutto quello che trovano, ma so che ci passiamo tutti noi. Stavo uscendo dalla chiesa di Santa Teresina quando ho visto cosa hanno combinato questa volta, uno dei cestini dell’immondezza, già pasticciato con scritte da scaricatore di porto, sradicato e buttato per terra. Non si ha più rispetto di nulla, nemmeno dei santi!

E poi è inutile prendersela con il Sindaco, con il Comune, con la Provincia se poi siamo noi i primi a non educare i nostri figli! Guardiamo nelle nostre case prima di guardare nelle istituzioni! Pretendiamo dagli altri pulizia e ordine e poi siamo noi i primi a rendere San Gavino un posto brutto dove vivere. Stesso discorso vale per la pulizia delle strade: ho visto un mio vicino lamentarsi del fatto che nessuno pulisce le strade… ma io il mio pezzo di marciapiede e il mio pezzo di cunetta li pulisco da solo con mia moglie!

Scusate lo sfogo, ma certe cose mi fanno uscire fuori di testa!

L.M.

Piazza della Chiesa di Santa Teresa

Piazza della Chiesa di Santa Teresa

Caro lettore, abbiamo deciso, nonostante i toni accesi e il tuo linguaggio un po’ troppo colorito, di pubblicare questa tua lettera.

Ne condividiamo completamente il contenuto. Come avrai letto sulle nostre pagine, siamo sempre in prima linea nella crociata contro il vandalismo e la maleducazione. Sì, parliamo di ragazzi “educati male”, perché è dentro le singole famiglie che va cercata la causa di simili inutili gesti. Il paese è costellato di singoli casi come quello da te descritto.

La “cura” immediata forse non esiste, anche se a noi piacerebbe magari sapere che ogni tanto i responsabili vengono “pizzicati”, obbligati a riparare al danno e magari costretti a seguire dei bei corsi di educazione civica. Ma sappiamo che questa è pura utopia.

Fonte: Simone Usai, Comprendo

Lascia un commento