20.7 C
San Gavino Monreale
venerdì, 23 Ottobre 2020

Commissariate tutte le province sarde

Emergenza sanitaria

Villacidro, venerdì 23 ottobre Liceo Classico “Piga” chiuso in via precauzionale

La Sindaca di Villacidro Marta Cabriolu, essendo venuta a conoscenza in forma verbale dell'accertata positività al Coronavirus di un dipendente operante nell'Istituto,...

Nessun caso di Covid-19 nel reparto di Ginecologia, “No a notizie infondate e lesive per l’Ospedale”

Basta gettare fango sull'ospedale di San Gavino. Sergio Pili, direttore dell'ospedale di San Gavino Monreale, non ha preso bene la notizia apparsa...

Coronavirus, tornano le autocertificazioni per gli spostamenti, ecco la nota del Viminale

È on line sul sito del Viminale il modulo di autodichiarazione che potrà essere esibito durante i controlli di polizia a giustificazione...

Coronavirus, chiesto un Consiglio Comunale urgente per fronteggiare l’emergenza

Una richiesta dei consiglieri di Minoranza e Gruppo Misto per la convocazione di un consiglio comunale per discutere e fronteggiare l'emergenza coronavirus...

Dati Covid-19 nel Medio Campidano, il campanello d’allarme dei sindaci

Lunedì 19 ottobre 2020 si é tenuta a Lunamatrona la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria avente come punto all’ordine del giorno “COVID -19, situazione epidemiologica nel Medio Campidano, criticità e...

Pare sia la volta buona per l’addio alle Province Sarde.

Con una legge ad hoc, il Consiglio Regionale ha disposto il commissariamento dei tre enti storici (Oristano, Sassari e Nuoro) e nel giro di un mese decadranno anche i funzionari pubblici che in questo momento guidano gli enti a Cagliarinel Medio Campidano, in Gallura, in Ogliastra e nel Sulcis Iglesiente.

La Provincia del Medio Campidano
La Provincia del Medio Campidano

Quella che è stata definita una “leggina” si è resa necessaria a causa dei temi strettissimi: senza il il commissariamento, il presidente della Regione Sardegna Pigliaru avrebbe dovuto indire i comizi elettorali e le Province sarebbero rimaste in vita per altri cinque anni. «Non c’erano alternative», ha spiegato Cristiano Erriu, assessore agli Enti locali della RAS.

I tempi sono stati così celeri a causa della legge Delrio, secondo la quale entro l’8 aprile 2015 le regioni a Statuto speciale avrebbero dovuto adeguare il proprio ordinamento interno alle nuove disposizioni. Dal momento che i comizi elettorali devono essere convocati 55 giorni prima del voto, la legge approvata in Consiglio è stata portata in aula e approvata con procedura d’urgenza.

Ora si attendono le reazioni delle rappresentanze locali delle forze politiche e quelle dei sindacati, sul piede di guerra per il ricollocamento dei dipendenti pubblici nei vari enti locali.

Articoli correlati

Ultime News

Villacidro, venerdì 23 ottobre Liceo Classico “Piga” chiuso in via precauzionale

La Sindaca di Villacidro Marta Cabriolu, essendo venuta a conoscenza in forma verbale dell'accertata positività al Coronavirus di un dipendente operante nell'Istituto,...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 22.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 21 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 20 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato con...

Nessun caso di Covid-19 nel reparto di Ginecologia, “No a notizie infondate e lesive per l’Ospedale”

Basta gettare fango sull'ospedale di San Gavino. Sergio Pili, direttore dell'ospedale di San Gavino Monreale, non ha preso bene la notizia apparsa...

Coronavirus, tornano le autocertificazioni per gli spostamenti, ecco la nota del Viminale

È on line sul sito del Viminale il modulo di autodichiarazione che potrà essere esibito durante i controlli di polizia a giustificazione...