24 C
San Gavino Monreale
lunedì, 26 Ottobre 2020

Regolamento di Polizia Urbana su “Pubblica quiete e tranquillità delle persone”

Emergenza sanitaria

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

Coronavirus, Conte prepara il nuovo DPCM: stop a palestre e cinema, chiusura dei ristoranti alle 18 e stretta sul weekend

Lungo vertice a Palazzo Chigi tra il Giuseppe Conte e i capi delegazione per ragionare sulla nuova stretta per il coronavirus. Tra...

Coronavirus, salgono ancora i contagi in Sardegna: +329 nelle ultime 24 ore

Sono 329 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 4 ottobre 2020 continua...

Personale medico, sanitario e amministrativo: selezione per 2.000 posti

Coronavirus: al via il reperimento di 2.000 unità di personale medico sanitario e amministrativo. Personale a supporto della medicina territoriale per Covid-19,...

Regolamento di Polizia Urbana su “Pubblica quiete e tranquillità delle persone” e appello a una civile convivenza.

Ogni anno l’arrivo della stagione estiva dà il via a un cospicuo incremento delle iniziative volte ad offrire intrattenimento alla cittadinanza, a un aumento dell’offerta delle attività ricreative, in particolare nella fascia oraria notturna, così come implica una più assidua e prolungata frequentazione dei bar, pub e locali.

Movida estiva
Movida estiva

Tale fenomeno ravviva puntualmente la vita cittadina, movimenta l’atmosfera del paese e ne anima le strade. L’Amministrazione non solo saluta con entusiasmo la “rinascita” estiva, ma auspica una sua intensificazione, contando sullo spirito dinamico dei sangavinesi. Non dimentichiamo, infatti, che una maggiore vivacità delle comunità si traduce, tra l’altro, in un certo benessere economico e sociale non solo dei proprietari degli esercizi commerciali, ma bensì di tutti gli abitanti di San Gavino Monreale.

Nondimeno, si rivela assolutamente necessario raggiungere un equilibrio e una civile convivenza tra i diversi attori sociali e tra le loro rispettive esigenze: da una parte, dunque, il diritto alla serenità della quiete pubblica dei residenti, dall’altra la legittima aspirazione allo svago e al divertimento degli avventori dei suddetti bar e locali, dall’altra ancora, infine, l’ambita prospettiva di maggiori incassi dei titolari degli stessi.

Se si considera inoltre che i diversi attori sociali di cui sopra spesso coincidono, apparirà ancora più lampante come le distinte esigenze elencate non devono profilarsi come contrastanti e inconciliabili: chi frequenta i locali è anche un cittadino residente, e, a sua volta, il cittadino residente può anche essere proprietario di esercizi commerciali.

Tutto ciò ci muove a rivolgere un appello a tutta la popolazione, che, ancora una volta, vuole conciliare il senso civico con il principio della partecipazione attiva. Dobbiamo tutti farci promotori del decoro, dell’ordine, del rispetto e di un corretto sviluppo, cosicché chiediamo cortesemente di tenere conto delle basilari norme di convivenza contenute nel Regolamento comunale di Polizia Urbana.

Questo, al Capo III – Pubblica quiete e tranquillità delle persone, dispone che venga preservata la qualità della vita nel territorio urbano mediante la tutela del riposo dei concittadini: si ordina pertanto di assicurare che i locali e gli spazi annessi siano strutturati in modo tale da non consentire l’emissione di suoni, rumori e schiamazzi che disturbano all’esterno tra le ore 24:00 e le ore 7:00, con proroga dalle ore 1:00 alle ore 9:00 nei giorni prefestivi.

Tali prescrizioni, salvo diversi ed eccezionali accordi con l’Amministrazione Comunale, sono valide anche per quanto concerne l’organizzazione di eventi e spettacoli, ed è ugualmente importante tener presente che gli esercenti sono a tutti gli effetti responsabili dell’ordine pubblico all’interno dei propri locali e delle loro pertinenze.

Comunichiamo, in conclusione, che a breve verrà indetto un incontro con i cittadini, gli esercenti e le associazioni sangavinesi interessate non solo per discutere e risolvere le criticità connesse all’argomento, ma soprattutto per dare nuovo impulso all’attività ricreativa, economica e commerciale del paese, con l’intento di convertire il fermento estivo in una realtà costante durante tutto il resto dell’anno.

L’Amministrazione Comunale

Articoli correlati

Ultime News

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 25.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 27 attualmente positivi (invariato da ieri) di cui 26 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato...

26 ottobre 2020, allerta meteo gialla per temporali

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile, in data odierna, ha emesso a partire dalle ore 12:00 del 26.10.2020 e sino alle...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...