16.1 C
San Gavino Monreale
lunedì, Giugno 1 2020

Sa Die de sa Sardigna, una giornata dedicata a Giorgio Asproni

Da leggere

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

La festa del popolo sardo. Così la Regione definisce Sa Die de sa Sardigna. La giornata di celebrazione è stata istituita nel 1993 dal Consiglio regionale per ricordare l’insurrezione popolare del 28 aprile 1794 con la quale i sardi cacciarono da Cagliari i Piemontesi e il viceré Balbiano in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell’isola titolare del Regno di Sardegna.

Sa Die de sa Sardigna, una giornata dedicata a Giorgio Asproni
Sa Die de sa Sardigna, una giornata dedicata a Giorgio Asproni

Quel giorno il popolo sardo insorse contro i piemontesi al culmine di un movimento di ribellione avviato anni prima: i sardi chiedevano di essere coinvolti nei ruoli decisionali e di avere maggiore autonomia davanti alla classe dirigente, allora completamente piemontese. Il governo sabaudo respinse le richieste degli isolani. Così scoppiarono i “Vespri sardi” con cui 514 funzionari e il viceré di Sardegna Vincenzo Balbiano furono cacciati da Cagliari.

Dal 1994 la data è celebrata come “Giornata del popolo sardo” e anche quest’anno i moti rivoluzionari sardi verranno ricordati con un programma di incontri e appuntamenti culturali. L’edizione 2017 di Sa Die de sa Sardigna è dedicata a Giorgio Asproni, uno dei primi e più convinti sostenitori dell’autonomia sarda, nato a Bitti nel 1808 e morto a Roma nel 1876.

Il programma di Sa Die de sa Sardigna partirà da Cagliari venerdì 28 aprile e toccherà Monti, Sardara, Fordongianus, Nuoro, Bitti, paese natale di Asproni, e coinvolgerà gli studenti delle scuole isolane in diversi comuni.

Sa Die de sa Sardigna
Sa Die de sa Sardigna

Altri articoli

Ultime News

Terza vittima per Coronavirus, il comunicato di cordoglio dell’Amministrazione Comunale

La più brutta delle notizie, legata all'emergenza Covid-19, colpisce ancora una volta San Gavino Monreale. Purtroppo dobbiamo darvi la notizia del decesso...

Coronavirus in Sardegna: da 3 giorni zero contagi

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Inciviltà e abuso di alcolici, due facce della stessa medaglia

Da più fonti, nelle ultime ore, abbiamo ricevuto segnalazioni di lattine e bottiglie abbandonate nei parchi di San Gavino Monreale. Talvolta accanto...

Solinas: “Il passaporto sanitario non sta fermando gli stranieri”

In una lunga intervista curata da Emanuele Lauria per il quotidiano La Repubblica (del 31 maggio 2020, pagina 11), il presidente della...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale del 30 Maggio 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...