8 C
San Gavino Monreale
lunedì, 30 Novembre 2020

I “giorni della merla”: perché si chiamano così?

Emergenza sanitaria

Arbus, salgono i positivi, nuova ordinanza del sindaco Andrea Concas

Ad Arbus salgono il casi di positività al Covid-19. Si contano 44 positivi, di cui 6 ricoverati in ospedale. Per questo il sindaco Andrea...

Coronavirus in Sardegna, 27 novembre: i dati dei contagi (+375) e dei guariti (+164) nelle ultime 24 ore. Altri 9 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 9 decessi e 375 nuovi casi. Cala il numero dei ricoveri. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 375...

Coronavirus in Sardegna, 26 novembre: i dati dei contagi (+405) e dei guariti (+126) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, in Sardegna ancora 5 decessi e 405 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 405 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.037...

Coronavirus in Sardegna, 25 novembre: i dati dei contagi (+351) e dei guariti (+197) nelle ultime 24 ore. Altri 6 decessi

Covid-19, ancora sei decessi e 351 nuovi casi. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 351 nuovi casi emersi dall'analisi di 3.877 tamponi e...

Fincantieri, ok del MISE all’acquisizione di INSO (la società che costruirà il nuovo ospedale del Medio Campidano)

Con decreto del 12 novembre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato l’aggiudicazione dei complessi aziendali facenti capo a INSO – Infrastrutture Sociali (inclusa...

Secondo la tradizione popolare, i giorni della merla sarebbero i più freddi dell’anno e coincidono con gli ultimi tre giorni di gennaio: 29, 30 e 31.

I "giorni della merla": perché si chiamano così?
I “giorni della merla”: perché si chiamano così?

Il nome “giorni della merla” deriverebbe da una leggenda, secondo la quale i merli, una volta, avevano tutte le piume bianche. Ma, il gelo degli ultimi tre giorni di gennaio li avrebbe costretti a cercare un riparo più sicuro e più riparato dal freddo, invece del loro nido. Per questo motivo, una merla decise di rifugiarsi su un tetto, accanto al comignolo di una casa, dal quale usciva il tepore del camino. A causa del fumo, però, le penne dell’animale, da bianche diventarono nere. Da allora, tutti i merli hanno le piume scure.

C’è anche un’altra credenza popolare che accompagna questi giorni: se i giorni della merla sono freddi, allora la primavera arriverà in anticipo e sarà calda. Viceversa, se i giorni della merla saranno caldi, la primavera arriverà in ritardo.

I meteorologi prevedono un’ondata di freddo nei prossimi giorni: sembra, quindi, che quest’anno, il tradizionale gelo di fine gennaio venga rispettato.

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 29.11.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 32 attualmente positivi (invariato da ieri) di cui 32 in isolamento domiciliare e nessuno ricoverato con sintomi.• 25 persone in quarantena (oltre i positivi...

Alluvione, la solidarietà di Confartigianato alle popolazioni colpite dalla tragedia

Solidarietà di Confartigianato alle popolazioni colpite dalla tragedia. Matzutzi e Pireddu: “Tante imprese e abitazioni distrutte e danneggiate: agire subito con sostegni e taglio...

Maltempo, agricoltura in ginocchio: primo bilancio pesantissimo

È cominciata la conta dei danni nelle campagne che da ieri piangono la perdita dell’allevatore Ilario Giuseppe Mannu di Bitti. L’agricoltura paga un tributo pesante...

Allerta meteo a San Gavino, le foto della Protezione Civile

L'allerta meteo diramata due giorni fa e poi prolungata a tutto il weekend ci ha fatto tornare indietro al 2013, quando l'alluvione Cleopatra colpì...