29.5 C
San Gavino Monreale
venerdì, Luglio 10 2020

Emancipazione e coraggio, con le parole di Grazia Deledda

Da leggere

Pro Loco, un appello per fare gli acquisti a San Gavino Monreale

"Compra a San Gavino Monreale". Questo l'appello della Pro Loco di San Gavino Monreale che, per mezzo di Antonella Caboni, neo-presidente dell'associazione...

Dopo il coronavirus aumenta la povertà tra i pensionati

Pensionati ancora invisibili al Governo. Anche dalla Sardegna parte l’allarme verso le scelte Nazionali. La presa di posizione della Presidente di ANAP...

Via Pascoli, a San Gavino un nuovo meraviglioso murale firmato dallo street artist Millo

Il museo a cielo aperto di San Gavino Monreale si arricchisce con una nuova strepitosa opera d'arte. La firma è di Francesco...

Aiutateci a ritrovare Mimì

Una gattina smarrita a San Gavino Monreale. Un appello della Lega Nazionale per la Difesa del Cane delegazione San Gavino Monreale, con...

Giovedi 12 Dicembre alle ore 17:00 presso la Casa Museo Dona Maxima, ospiti dell’Associazione Sa Moba Sarda, terrà l’iniziativa culturale: Grazia, emancipazione e coraggio.

L’evento è legato al ciclo di manifestazioni denominate Mulieres e dedicate quest’anno ad una figura di emancipazione emblematica: Grazia Deledda.

Dalla scrittrice siamo partiti per parlare di tutela e sostegno alle donne con convegni, iniziative, murales e raduni dedicati al tema. Verrà dunque presentata “Un’amicizia nuorese. Lettere inedite a Pietro Ganga (1898-1905)”.

Il significato più rilevante dell’epistolario intercorso fra Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura (Nuoro 1871 – Roma 1936) e Pietro Ganga (Nuoro 1875 – Cagliari 1945) è il carattere e il valore dell’amicizia fra i due giovani; amicizia che nasce e si mantiene viva nell’ambito di una frequentazione tra le famiglie, e si consolida sulla base di una fondamentale intesa letteraria, oltre che su esperienze condivise di vita nuorese, di una matrice antropologica comune e di un’intesa culturale fatta di letture condivise, di sogni e ambizioni letterarie, rinsaldata nel tempo da una stima reciproca.

Il carteggio si riferisce agli anni 1889-1905 densi di avvenimenti storicamente decisivi.

Avremo il piacere di assistere alla prima presentazione assoluta di questo lavoro con il curatore Dott. Piero Mura, il Prof. Duilio Caocci, la pronipote del Prof. Ganga (Valeria Ganga), introdotti dalla giornalista Manuela Ennas. Parteciperanno all’iniziativa il Piccolo Teatro Umoristico e il Comitato dei genitori dell’Istituto Comprensivo Eleonora d’Arborea.

Altri articoli

Ultime News

Pro Loco, un appello per fare gli acquisti a San Gavino Monreale

"Compra a San Gavino Monreale". Questo l'appello della Pro Loco di San Gavino Monreale che, per mezzo di Antonella Caboni, neo-presidente dell'associazione...

Dopo il coronavirus aumenta la povertà tra i pensionati

Pensionati ancora invisibili al Governo. Anche dalla Sardegna parte l’allarme verso le scelte Nazionali. La presa di posizione della Presidente di ANAP...

Via Pascoli, a San Gavino un nuovo meraviglioso murale firmato dallo street artist Millo

Il museo a cielo aperto di San Gavino Monreale si arricchisce con una nuova strepitosa opera d'arte. La firma è di Francesco...

Aiutateci a ritrovare Mimì

Una gattina smarrita a San Gavino Monreale. Un appello della Lega Nazionale per la Difesa del Cane delegazione San Gavino Monreale, con...

Pensioni minime, alla Regione una richiesta di bonus straordinario

COLDIRETTI PENSIONATI. BONUS STRAORDINARIO PER LE PENSIONI MINIME Un bonus straordinario che equipari per quattro mesi le pensioni minime...