13.1 C
San Gavino Monreale
lunedì, 1 Marzo 2021

Covid-19, ecco il nuovo DPCM. La Sardegna rimane in “zona gialla”

Emergenza sanitaria

Nuova stretta, con il DPCM appena firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, alle disposizioni per combattere il nuovo Coronavirus. Il nuovo decreto sarà in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo. Confermato il divieto di spostamento dalle 22:00 alle 5:00 del mattino successivo, eccezion fatta per le consuete situazioni di necessità.

Il decreto prevede un ulteriore fermo per palestre e piscine e il divieto di asporto, per i bar e attività commerciali che vendono bevande e alcolici, dopo le 18:00. L’obiettivo è scoraggiare la movida e gli assembramenti dei giovani.

L’asporto – in base al nuovo DPCM – sarà consentito solo fino alle 18 per i codici Ateco 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati).

Le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) restano consentite dalle 5:00 alle ore 18:00. Le consumazioni ai tavoli sono consentite a un massimo di quattro persone per tavolo (a meno che siano tutti conviventi). Dopo le 18:00 è vietato consumare cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. 

In parallelo, nuova ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza: nella nuova suddivisione a “fasce colorate”, buone notizie per la Sardegna: la nostra Isola resta infatti in “zona gialla”, quella con le con restrizioni più leggere.

Il nuovo DPCM prevede inoltre l’istituzione di zone bianche, dove il coronavirus presenta uno scenario di tipo 1 e livello di rischio basso, con incidenza settimanale dei contagi inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive. In queste zone le attività potranno essere aperte senza alcuna restrizione.

Articoli correlati

Ultime News