4.3 C
San Gavino Monreale
domenica, 5 Febbraio 2023

Servizio in lingua sarda nella ASL 6 del Medio Campidano

Eventi e manifestazioni

A partire dal mese di dicembre la ASL del Medio Campidano ha avviato, con il progetto Coru Sardu, un servizio di lingua sarda presso l’Ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale. Finanziato dalla L. 482/1999 “Norme in materia di tutela delle minoranza linguistiche storiche” e dalla L.R. 22/2018 “Disciplina della Politica Linguistica Regionale” che tutelano, promuovono e valorizzano le lingue minoritarie in Sardegna rafforzandone l’utilizzo in ogni ambito della vita pubblica, il progetto è nato nel reparto di Cardiologia dell’ospedale, diretto dal primario Gianfranco Delogu. L’idea iniziale era quella di soddisfare le esigenze degli utenti che arrivano da tutti i paesi della provincia e sono soliti esprimersi soprattutto in sardo. Da questa idea iniziale ha preso forma un progetto più ampio, con l’obiettivo di aprire uno sportello di lingua sarda che possa essere utile non solo al reparto di Cardiologia ma a tutto l’ospedale. Il Direttore Generale della ASL Giorgio Carboni ha apprezzato da subito questa idea, garantendo attenzione e impegno per la riuscita del progetto. Lo sportello, curato dalla ditta Boxis, sta già lavorando nel reparto per organizzare le attività e predisporre i materiali che riguardano le malattie cardiologiche e che saranno reperibili anche nel sito internet della ASL. Gli operatori linguistici incontreranno i ricoverati in reparto e le loro famiglie, promuovendo una serie di attività in sardo per rafforzare il rapporto tra malato e personale sanitario.

Dal 9 gennaio lo sportello sarà attivo, almeno una volta alla settimana, anche nell’atrio dell’ospedale, vicino all’Ufficio ticket, dove un esperto sarà a disposizione del pubblico per dare informazioni in lingua sarda. All’interno del progetto Coru Sardu verrà avviata anche la formazione degli operatori sanitari che potranno frequentare gratuitamente due livelli di corso per l’utilizzo del sardo nel loro ambito lavorativo. Il sindaco di San Gavino Monreale Carlo Tomasi e l’assessora alla lingua sarda Giusy Chessa hanno accolto favorevolmente il progetto, mettendo a disposizione per i corsi di formazione i locali della Mediateca sita nella biblioteca comunale. Si potranno seguire gli aggiornamenti e le attività del progetto nel sito  internet della Asl e nelle pagine social. Nel mentre, chi volesse ricevere ulteriori informazioni, può inviare una mail all’indirizzo corusardu@gmail.com.

Servìtziu de lingua sarda in sa ASL n.6 de su Campidanu de Mesu

A partiri de custu mesi de idas sa ASL de su Campidanu de Mesu at incingiau, cun su progetu Coru sardu, unu servìtziu de lìngua sarda in s’Ispidali Nosta Sennora de Bonària de Santu ‘Èngiu. Finantziau de sa L. 482/1999 “Normas in matèria de amparu de is minorias linguìsticas stòricas ” e de sa L.R. 22/2018 “Disciplina de sa Polìtica Linguìstica Regionali”, chi amparant, promovint e avalorant is lìnguas de minoria in Sardìnnia e nd’afortiant s’impreu in dònnia logu de sa vida pùblica, su progetu est nàsciu in su repartu de Cardiologia de s’ispidali, ghiau de su primàriu Gianfranco Delogu. S’idea a primìtziu fiat sa de acuntentai is abbisòngius de is malàdius chi lompint de totu is biddas de sa provìntzia e funt acostumaus a fueddai pruschetotu in sardu. De custa idea primàrgia est bessiu a pillu unu progetu prus mannu, cun sa tarea de aberri unu portalitu in lìngua sarda chi potzat essi de profetu no sceti a su repartu de Cardiologia ma a totu s’ispidali. Su Diretori Generali de sa ASL Giorgio Carboni at apretziau de luegu etotu custa idea, assegurendi atentu e aficu po s’arrennèscida de su progetu. Su portalitu, a incuru de sa dita Boxis, est giai traballendi in su repartu po cuncordai fainas e apariciai materialis chi pertocant is maladias de su coru e chi at a fai a agatai puru in su giassu internet de sa ASL. Is operadoris linguìsticus ant a atobiai is arricoveraus in repartu e is famìlias insoru, promovendi unus cantu de atividadis in sardu po afortiai sa relata intra de malàdiu e personali sanitàriu.

De su noi de gennàrgiu su portalitu at a essi in fainamentu, asumancu una borta a sa cida, a s’intrada de s’ispidali, acanta a s’ufìtziu po su ticket innui unu spertu at a essi a disponimentu po atendi su pùblicu e donai informatzionis in lìngua sarda. Aìnturu de su progetu Coru sardu at a cumentzai puru sa formatzioni de is operadoris sanitàrius chi ant a podi liai parti, a indonu, a duus livellus de cursu po s’impreu de su sardu in su traballu insoru. Su sìndigu de Santu ‘Èngiu Carlo Tomasi e s’assessora po sa lìngua sarda Giusy Chessa ant acòlliu cun praxeri su progetu, ponendi fintzas a disponimentu po is cursus de formatzioni is localis de sa Mediateca in sa biblioteca comunali. At a fai a sighiri is novas e is atividadis de su progetu in su giassu internet de sa ASL e in is retzas sotzialis. In su mentris, po chini ndi bolit sciri de prus, fait a intregai una lìtera eletrònica a corusardu@gmail.com.

█ Leggi le nostre notizie anche su Telegram

- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News