27.6 C
San Gavino Monreale
sabato, 22 Giugno 2024

Giugno 2024: scadenze fiscali per privati e imprese a cura dello Studio Consulenze Cardia

spot_img

Eventi e manifestazioni

San Gavino Monreale . Net è anche su WhatsApp e Telegram.
Clicca sui link per iscriverti ai nostri canali e ricevere tutte le news sul tuo smartphone.

Il mese di giugno si preannuncia denso di impegni fiscali per i contribuenti italiani, sia privati che imprese. Come ogni mese, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il calendario delle scadenze, con adempimenti e versamenti che interessano diverse categorie.

Tra le principali scadenze del 17 giugno troviamo l’acconto dell’IMU, il versamento dell’Iva e delle ritenute Irpef relative al mese di maggio, e la possibilità di anticipare la consegna del modello 730 per velocizzare il rimborso.

17 giugno:

  • IMU: acconto dell’imposta per i proprietari di immobili, ad eccezione della residenza principale, terreni agricoli e aree fabbricabili.
  • Versamento dell’Iva: relativa alla liquidazione di maggio 2024.
  • Pagamento delle ritenute Irpef: e dei contributi Inps di maggio 2024.
  • Dichiarazione 730: i contribuenti che hanno anticipato la consegna possono ricevere i rimborsi più velocemente.

20 giugno:

Pagamento Fasc: contributi mensili al Fondo Agenti Spedizionieri e Corrieri (Fasc) per le imprese di spedizione e le agenzie marittime.

25 giugno:

Elenchi Intrastat: invio telematico per i contribuenti mensili, riguardanti le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate verso soggetti dell’Unione Europea nel mese precedente.

29 giugno:

Presentazione del Bilancio d’Esercizio: per coloro che, per specifiche ragioni giustificate, devono presentarlo entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio.

30 giugno (prorogato al 1° luglio):

Saldo e primo acconto delle imposte sui redditi: per dipendenti e pensionati.

Canone Rai: richiesta di esonero dal pagamento per i titolari di utenze per la fornitura di energia elettrica per uso domestico.

Altri adempimenti:

Modello Isee 2024: presentazione entro il 30 giugno per il calcolo dell’importo dell’assegno unico a partire dal 1° marzo.

N.B. Le scadenze possono subire modifiche. Consulta sempre i siti ufficiali per le ultime informazioni. In caso di dubbi, rivolgiti ai consulenti dello Studio Cardia.

Pubblicità

Articoli correlati

Ultime News