15 C
San Gavino Monreale
venerdì, 4 Dicembre 2020

San Gavino Monreale. Forme del paesaggio rurale tra passato e presente

Emergenza sanitaria

Coronavirus in Sardegna, 4 dicembre: i dati dei contagi (+551) e dei guariti (+231) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, tornano ad aumentare contagi, decessi e ricoveri in Sardegna. Aumentano nuovamente i contagi in Sardegna: anche oggi i positivi sono sopra soglia +500. E...

Coronavirus in Sardegna, 3 dicembre: i dati dei contagi (+538) e dei guariti (+182) nelle ultime 24 ore. Altri 9 decessi

Covid-19, tornano ad aumentare contagi, decessi e ricoveri in Sardegna. Aumentano nuovamente i contagi in Sardegna, dai dati dell'unità di crisi regionale si evidenzia come...

Poste Italiane, dal 14 via ai test anti-Covid su 130.000 dipendenti

Poste Italiane lancia una campagna di test anti Covid-19 sui suoi 130.000 dipendenti. Lo ha annunciato il Condirettore Generale di Poste Italiane, Giuseppe Lasco,...

Focolaio Covid ad Arbus, il Sindaco chiude i bar fino al 3 gennaio

Dopo il bollettino che ha fatto salire a 78 i positivi, con ben 24 nuovi positivi riscontrati in un solo giorno, sale il livello...

Covid-19 ad Arbus, ondata di contagi. Nuova ordinanza del sindaco Andrea Concas

Preoccupante ondata di contagi ad Arbus. Sono addirittura 24 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati in un solo giorno. Si contano 78...

Continua il nostro viaggio alla scoperta degli scrittori sangavinesi.
Oggi vi presentiamo un saggio di Sergio Orrù, che esplora le campagne e il paesaggio rurale del nostro paese.

San Gavino Monreale. Forme del paesaggio rurale tra passato e presente Autore Orrù Sergio
Casa Editrice UNI Service 2008.

ISBN 8861782582 / 88-617-8258-2
EAN 9788861782587

Questo lavoro, descrive, tra presente e passato, la particolare ed antica organizzazione dello spazio agrario che caratterizza una parte del territorio di San Gavino Monreale, posizionato al centro della più estesa pianura della Sardegna: il Campidano. Mentre altrove le siepi arbustive, frutto dell’antica pratica delle chiusure, sono state estirpate, a San Gavino Monreale sono incredibilmente sopravvissute. Avvalendosi di attente osservazioni sul campo, delle testimonianze degli anziani, della toponomastica e di varie fonti documentali ed archivistiche, l’autore tenta di dimostrare la valenza storica, culturale, etnografica e paesaggistica delle siepi di lentisco e dei relativi chiusi (cungiaus) che ancora oggi arricchiscono le campagne del fondovalle campidanese. Un patrimonio che le passate generazioni hanno pazientemente costruito nel tempo e che hanno saputo consegnare a quelle attuali: queste ultime sapranno fare altrettanto?

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 04.12.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 34 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 34 in isolamento domiciliare e nessuno ricoverato con sintomi.• 34 persone in quarantena (oltre i positivi...

Cane ritrovato a San Gavino Monreale, si cercano i padroni

Questo simpatico pelosetto si trova, al momento, presso l’Eurospin di San Gavino Monreale. Ha il collare, sembra ben tenuto. È solo molto infreddolito e...

Coronavirus in Sardegna, 4 dicembre: i dati dei contagi (+551) e dei guariti (+231) nelle ultime 24 ore. Altri 5 decessi

Covid-19, tornano ad aumentare contagi, decessi e ricoveri in Sardegna. Aumentano nuovamente i contagi in Sardegna: anche oggi i positivi sono sopra soglia +500. E...

Convocazione del Consiglio Comunale di San Gavino Monreale – 9 dicembre 2020

La cittadinanza di San Gavino Monreale è invitata a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria, seduta pubblica, con trasmissione streaming...