17.5 C
San Gavino Monreale
lunedì, 30 Marzo 2020

Luminarie killer?

Da leggere

Coronavirus, ordinanza per la sospensione di tutti i servizi di assistenza domiciliare

Nuove disposizioni del Comune di San Gavino Monreale, all'indomani dei nuovi casi di positività ai tamponi per il coronavirus. Abbiamo estratto dall'Ordinanza...

Gruppo misto, massima disponibilità verso l’apertura della maggioranza

Stamattina abbiamo pubblicato una comunicazione firmata dalla maggioranza consiliare. Ecco la risposta firmata dai due consiglieri del gruppo misto, che rispondono all'apertura...

San Gavino Monreale, “staffetta del cuore” per un defibrillatore

"Spiacenti, siamo chiusi e forse riapriamo tra due settimane". Immaginate cosa può passare nella mente di una madre che si sente rispondere...

Maggioranza, dal Comune un invito alla collaborazione attiva

Riportiamo integralmente una comunicazione firmata dalla maggioranza in seno al consiglio comunale di San Gavino Monreale.

Ieri su facebook è comparso un album intitolato “Le luminarie killer“, in riferimento ai lavori sulle luminarie natalizie di San Gavino Monreale. Vi riportiamo qualche immagine, raccogliendo la protesta di chi definisce pericolose queste installazioni, denunciando il rischio per l’incolumità dei nostri concittadini.

Abbiamo subito inoltrato una richiesta di spiegazioni al sindaco Giovanni Cruccu, che ci fa sapere di aver segnalato questa situazione al Responsabile del Servizio Manutenzioni (il geometra Gigi Mereu) che a sua volta ha contattato l’impresa che ha installato le luminarie.

Gigi Mereu ha dichiarato che “L’installazione delle luminarie è stata effettuata provvedendo al loro collocamento e al collegamento delle stesse. Alcune criticità delle strutture luminose sono riconducibili alla originaria costruzione (e predisposizione) e sono state trattate con isolamenti ed addensanti. L’installazione, come certificato dalla stessa Ditta, avviene sulla rete di illuminazione pubblica protetta da differenziali che garantiscono la totale assenza di pericoli per la pubblica incolumità.“.

Il sindaco ci fa comunque sapere che l’amministrazione comunale non ha potuto scegliere la ditta, perchè l’ENEL ha diffidato il Comune, con formale comunicazione (lo fa tutti gli anni), di fare eseguire i lavori a ditte diverse da quelle che hanno gli appalti da parte dell’ENEL stessa. Anche il Comune di San Gavino sarebbe dunque vittima di questo increscioso episodio.

Sicuramente il lavoro non è un bel vedere, ma a quanto pare non dovrebbe essere pericoloso per i sangavinesi. Nel dubbio (non siamo elettricisti e non possiamo valutare l’idoneità e la sicurezza del sistema allestito), ci fidiamo della parola del geometra Mereu, ma guarderemo le nostre luminarie evitando di appoggiarci ai pali dei lampioni, che non si sa mai! 🙂

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus, ordinanza per la sospensione di tutti i servizi di assistenza domiciliare

Nuove disposizioni del Comune di San Gavino Monreale, all'indomani dei nuovi casi di positività ai tamponi per il coronavirus. Abbiamo estratto dall'Ordinanza...

Gruppo misto, massima disponibilità verso l’apertura della maggioranza

Stamattina abbiamo pubblicato una comunicazione firmata dalla maggioranza consiliare. Ecco la risposta firmata dai due consiglieri del gruppo misto, che rispondono all'apertura...

San Gavino Monreale, “staffetta del cuore” per un defibrillatore

"Spiacenti, siamo chiusi e forse riapriamo tra due settimane". Immaginate cosa può passare nella mente di una madre che si sente rispondere...

Maggioranza, dal Comune un invito alla collaborazione attiva

Riportiamo integralmente una comunicazione firmata dalla maggioranza in seno al consiglio comunale di San Gavino Monreale.

San Gavino Monreale, in arrivo 70 mila euro dal Governo

Il 28 marzo, in diretta streaming, il Premier Conte ha promesso 400 milioni ai Sindaci per la “spesa solidale”. Si tratta di...