#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La Sardegna ricorda le vittime degli incendi

Passando per la tragedia di Curragia, trent’anni fa, nove morti e 15 feriti: proprio per ricordare le vittime di quel terribile 28 luglio 1983 si celebrerà domenica prossima, 28 luglio, a Tempio Pausania la “Giornata della memoria delle vittime degli incendi in Sardegna” istituita con legge regionale.

Si comincerà alle 9.30 con la deposizione di una corona al monumento ai caduti nella collina di Curraggia alla presenza del picchetto militare. E si concluderà alle 21 al Teatro del Carmine con uno spettacolo dell’attrice Pamela Villoresi. In mezzo anche una messa solenne in Cattedrale e una seduta straordinaria del Consiglio comunale.

“Una giornata – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Andrea Biancareddu che nel 2011 in qualità di consigliere firmò la proposta di legge per istituire la giornata in memoria delle vittime del rogo – che ricordo personalmente: suonavano le campane e vedevo tante persone che combattevano le fiamme con le mani e i rami, vestiti con indosso i calzoncini corti e gli zoccoli. Questa giornata è dedicata a chi ha combattuto il fuoco e a chi è impegnato tuttora in questa battaglia”.

Per la commemorazione la Regione ha messo in campo 35mila euro, ma a questi fondi vanno aggiunti i contributi dell’associazione dei forestali. “Il nostro obiettivo – ha sottolineato Salvatore Scriva, presidente Assfor – è quello di far diventare questa iniziativa, in collaborazione con l’Unesco, una giornata mondiale della lotta agli incendi”.

Il rogo provocò 9 morti e 15 feriti tra le persone che cercavano di spegnerlo. Tra le varie ipotesi sulle cause che scatenarono le fiamme, l’opera dei piromani è una certezza. Le concause furono le alte temperature estive di quei giorni e il vento che soffiava impetuoso. Le fiamme partirono dal mare, si fecero largo tra strade, boschi e arbusti in direzione di Tempio Pausania fino ad arrivare nelle campagne di Bortigiadas e di Aggius per poi propagarsi sulla collina di Curraggia. Il 24 luglio del 2007 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito alla memoria la Medaglia d’oro al Valor Civile alle 9 vittime.

Lascia un commento