19.7 C
San Gavino Monreale
giovedì, Giugno 4 2020

Le mele della ricerca

Da leggere

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Andrea Erdas e Alessia Carta

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus, verso la “Fase 3”: la Sardegna riapre ai turisti

La Sardegna viaggia verso la "Fase 3", con diverse novità e ulteriori allentamenti alle restrizioni che hanno contraddistinto gli ultimi mesi. Di...

Convocazione del Consiglio Comunale – 4 maggio 2020

Il Sindaco Carlo Tomasi invita la popolazione a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria ed in videoconferenza, per...

Coronavirus in Sardegna: contagi quasi azzerati, si va verso una regione “covid free”

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Il 12 e il 13 Ottobre San Gavino è stata ricoperta da… mele! Si, le mele messe in vendita in tantissime piazze italiane dall’AISM, l’associazione italiana sclerosi multipla. Anche San Gavino ha partecipato alla raccolta fondi grazie al lavoro di Claudia e Serena, due giovani sangavinesi che hanno deciso di rimboccarsi le maniche per portare l’iniziativa anche da noi.

Le mele della ricerca
Le mele della ricerca

La piazza scelta è stata Piazza della Resistenza, vista l’occasione meglio chiamarla Piazza Melas. È stata preferita alla più classica piazza Marconi che risultava un po’ nascosta e forse, poco frequentata dai giovani. E sono stati proprio i giovani, a detta delle organizzatrici, il vero motore, forse inaspettato, della raccolta fondi.

Le mele messe a disposizione dell’associazione sono state vendute tutte e le due giornate si sono rivelate molto proficue per la per la raccolta dei fondi contro questa terribile malattia. La sclerosi multipla infatti è una malattia cronica, imprevedibile, che attacca il sistema nervoso centrale e colpisce soprattutto la fascia d’età compresa tra i venti e i quarant’anni, persone quindi nel periodo della vita pieno di sogni e progetti. Era la prima volta che Claudia e Serena provavano a organizzare un evento simile e ci promettono di esserci anche in primavera quando al posto delle mele ci saranno le gardenie a ricordarci di aiutare l’AISM.

Abbiamo incontrato le due organizzatrici che ci hanno rilasciato una breve dichiarazione: “Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al successo di questa splendida esperienza, attraverso l’acquisto delle mele, ma anche con tante generose offerte. Alle persone affette dalla malattia ci teniamo a dire: non arrendiamoci e non perdiamo la speranza”. Noi invece ci teniamo a ringraziare Claudia e Serena per quanto fatto e per quanto siamo sicuri, faranno in futuro. L’appuntamento per tutti è quindi per il mese di marzo, quando in occasione della festa della donna, l’AISM raccoglierà le donazioni attraverso la distribuzione delle gardenie, una pianta elegante dal fiore profumatissimo. Tranquilli, ve lo ricorderemo anche noi di Comprendo!

Fonte: Luca Fois, Comprendo

Altri articoli

Ultime News

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Andrea Erdas e Alessia Carta

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus, verso la “Fase 3”: la Sardegna riapre ai turisti

La Sardegna viaggia verso la "Fase 3", con diverse novità e ulteriori allentamenti alle restrizioni che hanno contraddistinto gli ultimi mesi. Di...

Convocazione del Consiglio Comunale – 4 maggio 2020

Il Sindaco Carlo Tomasi invita la popolazione a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria ed in videoconferenza, per...

Coronavirus in Sardegna: contagi quasi azzerati, si va verso una regione “covid free”

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Anche i sindacati dicono NO al trasferimento di diabetologia dall’Ospedale di San Gavino

I sindacati del Medio Campidano si schierano al fianco dei cittadini, nella battaglia per scongiurare il trasferimento dell’Unità Operativa Complessa di Diabetologia...