#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Comunali 2014. Donne vs Uomini: chi ha vinto?

Elezioni Comunali 2014

Elezioni Comunali 2014

A distanza di qualche giorno, analizziamo i dati delle elezioni comunali di domenica 25 maggio. Precisamente parliamo delle preferenze ottenute dai singoli candidati. Vi ricordiamo che in questa tornata elettorale era prevista la doppia preferenza purché di genere diverso. A questo punto possiamo già vedere che su 5.252 schede valide, sono state espresse 6.642 preferenze. Va da se che la doppia preferenza non è stata utilizzata da tutti anzi, probabilmente è stata utilizzata con raziocinio.

In media ogni elettore ha espresso 1,26 preferenze.

Detto ciò, per semplificare possiamo tranquillamente dire che le due righe stampate sotto ogni candidato sindaco nella scheda elettorale, fossero una per una donna e una per un uomo. A prescindere quindi dal numero di uomini o donne presenti in ogni lista, questi avevano la stessa probabilità di essere votati. Notiamo subito che gli uomini hanno ottenuto 3.587 preferenze mentre le donne 3.055.

Hanno vinto gli uomini? In prima analisi sembra così, ma addentriamoci nei dettagli.

Le due persone che hanno ottenuto più preferenze (Musanti e Ennas della lista vincitrice) sono uomini. Hanno vinto gli uomini? Non fermiamoci.

Analizziamo nei dettagli le preferenze successive e notiamo che nella “TOP 10” dei più votati compaiono sei donne e soli quattro uomini. Invece nella “FLOP 10” dei meno votati compaiono otto uomini e soltanto due donne. Anzi aggiungiamo con cattiveria che i sei meno votati son stati tutti uomini. Siete sicuri che abbiano vinto gli uomini?

Ultima curiosità da segnalarvi è la somma dei voti dei tre candidati più votati per ogni sesso: Stefano Musanti, Nicola Ennas e Simone Angei hanno preso in totale 880 preferenze. Maria Elena Addari, Maria Teresa Paccagnin e Angela Canargiu hanno preso 880 preferenze.

Se qualcuno pensa che la rappresentanza politica paritaria tra i due generi risolva i problemi che hanno le donne nella vita di tutti i giorni per dimostrare ciò che valgono, siamo ancora lontani dalla soluzione.

Lascia un commento