10.7 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Aprile 1 2020

Scommesse sportive, un giro d’affari che non conosce crisi

Da leggere

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di...

Il mercato delle scommesse sportive è uno dei più remunerativi al mondo. Secondo le stime presentate al Congresso contro la Droga e il Crimine organizzato dalle Nazioni Unite e dal Centro Internazionale per la Sicurezza nello Sport a Doha (Quatar), infatti, a livello globale le scommesse generano un volume di denaro che si attesta tra i mille e i 3mila miliardi di dollari all’anno. Calcio, tennis e cricket sono gli sport che raccolgono la maggior parte delle puntate.

Tra i problemi emersi nel corso del congresso si è imposto il tema della legalità: il 90% degli scommettitori, infatti, utilizza siti illegali e circuiti di scommesse che non rispettano le normative vigenti nei vari paesi. Al momento l’Asia rappresenta il continente con il mercato illegale più ampio (la Cina, in particolare, si sta imponendo come la nuova capitale mondiale delle scommesse illecite) ma anche in Italia le cifre parlano chiaro: nei soli primi quattro mesi del 2015 la Polizia Postale ha individuato 2.210 siti non autorizzati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Nel 2014 la Polizia Postale aveva segnalato ai Monopoli un totale di 49.849 siti illegali, che sono stati inseriti nella blacklist governativa e opportunamente oscurati.

I siti illegali rappresentano un problema importante perché non rispettano le leggi dei paesi in cui operano: oltre a non pagare le tasse sui propri ricavi, questi siti spesso non si attengono alle regole del Fair Play e della trasparenza delle informazioni. Essi inoltre non offrono alcun tipo di protezione nei confronti dei giocatori (i cui dati sensibili possono quindi venire trafugati, mettendo le persone a rischio di furto di identità, phishing o truffe di varia natura). E’ importante quindi conoscere i nomi delle aziende che operano legalmente prima di aprire un conto di gioco e iniziare a puntare. In Italia la maggior parte delle scommesse sportive sono raccolte dai grandi marchi stranieri di Bet365 e William Hill, ma anche i nostrani Sisal e Snai attraggono numerosi giocatori. Tra i siti di gioco a distanza, invece, si distingue Betway, un’azienda anglosassone che offre tradizionali giochi da casinò e che, negli ultimi anni, si sta affermando con forza anche sul mercato italiano.

Altri articoli

Ultime News

Il Sindaco Carlo Tomasi su San Gavino Monreale . Net

In esclusiva per il sito San Gavino Monreale . Net, le risposte del Sindaco Carlo Tomasi alle nostre domande in questi giorni...

Coronavirus, bollettino a San Gavino Monreale al 1 aprile 2020

Il Comune di San Gavino Monreale ha aggiornato il "bollettino" con tutte le informazioni sui casi di contagi da Covid-19 nel nostro...

Coronavirus in Sardegna: i casi totali passano da 722 a 745 rispetto a ieri

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Coronavirus, in Sardegna picco di contagi nelle prime due settimane di aprile?

Il numero di contagiati dal coronavirus in Sardegna è in crescita soprattutto a causa dei focolai negli ospedali e nelle case di...

#siamotuttiunici, il Comitato Genitori per la sensibilizzazione sull’autismo

Il Comitato dei Genitori ha aderito all'iniziativa nazionale #siamotuttiunici per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla realtà dell'autismo. Un semplice...