24.5 C
San Gavino Monreale
martedì, Luglio 14 2020

A Londra si parla sangavinese

Da leggere

Gattino ritrovato nei parcheggi dell’Ospedale, si cercano i padroni

Una nostra lettrice di Arbus stamattina ha trovato un gattino grigio nei parcheggi dell ospedale a San Gavino Monreale.

Diabetologia e sanità sarda, il Consigliere Segretario Emanuele Cera scrive all’Assessore Nieddu

Il consigliere regionale Emanuele Cera, segretario del Consiglio Regionale, scrive una lettera all'Assessore Regionale alla Sanità Mario Nieddu, per portare all'attenzione dei...

Chen’e Sentidu, l’arte del Teatro sui social, per sorridere nonostante la quarantena

La compagnia teatrale Chen'e Sentidu ha realizzato una piccola commedia "a puntate" durante la quarantena. Lo scopo era quello di divertirsi e non restare...

“A Casa di Gio”: Riso Venere con Gamberi e Limone

Nuovo appuntamento "A Casa di Gio", uno spazio curato da Johanne Cesarano che, attraverso il suo Canale YouTube ci accompagna, di ricetta...

È comune sentir parlare con semplicità e talvolta approssimazione, del problema “immigrazione”, troppe poche volte il focus viene portato sul quel problema opposto, l’emigrazione, vissuto da una generazione, quella successiva al boom economico, che per un motivo o per un altro ha deciso di lasciare la terra natia in direzione di altre mete.

Un treno, una nave o un aereo, inizia così il viag­gio di tantissimi ragazzi che lasciano la vita di tutti giorni alla ricerca di migliori condizioni di vita. Il problema “emigrazione” è molto sentito dalla comunità sangavinese, praticamente ogni famiglia ha un parente stretto emigrato. Si stima, seppur in maniera ufficiosa, che attualmente oltre centocinquanta sangavinesi al di sotto dei quarant’anni d’età, vivano stabilmente a Londra, che non è quindi sede di un lavoro stagionale ma punto di partenza per la ricerca di ciò che nella nostra nazione, ancorché nella nostra cittadina, è ormai difficile trovare.

A Londra si parla sangavinese
A Londra si parla sangavinese

Sono numeri pesanti, quelli che riguardano il decremento demografico di San Gavino, sceso ormai ampiamente al di sotto dei 9.000 residenti, mentre appena vent’anni fa la speranza era quella di arrivare a toccare quota 11.000. È probabilmente il maggior problema che avverte il nostro paese: meno giovani, meno futuro, meno speranze. Il quotidiano ci impone la risoluzione di problemi di tutti i giorni: le strade dissestante, il servizio idrico che lascia a desiderare, il decoro urbano che non è come vorremo e tutte le belle parole di speranza che condiscono i discorsi su San Gavino Monreale.

Mentre gran parte delle persone son così preoccupate nell’analizzare coloro i quali arrivano, chi se ne va invece, lo fa spesso in maniera silenziosa, senza luci addosso e senza troppe analisi, col peso di un giudizio di un fallimento annunciato e di una dipartita che sa di sconfitta e non di vittoria, anche se sicuri che con la partenza si potranno provare a rincorrere i sogni che qui non fanno altro che volare via, da troppo tempo.

Fonte: Luca Fois, Comprendo

Articolo precedenteLa sicurezza nelle nostre case
Articolo successivoTuttingioco 2015

Altri articoli

Ultime News

Gattino ritrovato nei parcheggi dell’Ospedale, si cercano i padroni

Una nostra lettrice di Arbus stamattina ha trovato un gattino grigio nei parcheggi dell ospedale a San Gavino Monreale.

Diabetologia e sanità sarda, il Consigliere Segretario Emanuele Cera scrive all’Assessore Nieddu

Il consigliere regionale Emanuele Cera, segretario del Consiglio Regionale, scrive una lettera all'Assessore Regionale alla Sanità Mario Nieddu, per portare all'attenzione dei...

Chen’e Sentidu, l’arte del Teatro sui social, per sorridere nonostante la quarantena

La compagnia teatrale Chen'e Sentidu ha realizzato una piccola commedia "a puntate" durante la quarantena. Lo scopo era quello di divertirsi e non restare...

“A Casa di Gio”: Riso Venere con Gamberi e Limone

Nuovo appuntamento "A Casa di Gio", uno spazio curato da Johanne Cesarano che, attraverso il suo Canale YouTube ci accompagna, di ricetta...

Invasione di miele straniero, Coldiretti: “Comprare miele sardo”

Crollo dell’80% della produzione e invasione di miele straniero (due barattoli su 3 sono importati) rischiano di far chiudere gli alveari sardi....