Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

La lotta agli incendi della Protezione Civile

Come ogni estate, la Sardegna diventa il bersaglio di piromani e delinquenti che – per i più disparati motivi (speculazione, vendetta, mitomania) – appiccano incendi al nostro patrimonio boschivo.

Ogni anno il lavoro dei volontari della Protezione Civile limitano i danni provocati alle cose e alle persone, con la loro presenza sul campo 24 ore su 24. Negli ultimi giorni abbiamo visto spesso il fumo nei nostri cieli (anche vicinissimo a San Gavino Monreale), per questo pubblichiamo una nota di Claudio Seda, presidente di Claudio Seda, associazione impegnata nel servizio antincendio della Protezione Civile.

Protezione Civile

Protezione Civile

L’Euro 2001 con i suoi volontari, dal 15 Luglio, è impegnata, di concerto con le direttive indicate dalla Regione Sardegna e con la collaborazione e il supporto dell’amministrazione comunale, nelle attività dirette alla prevenzione e alla lotta contro gli incendi boschivi.

In questi ultimi anni ognuno dei nostri operatori non ha risparmiato sforzi, tempo e passione in queste attività che hanno portato ad un processo continuo di formazione e crescita professionale.

Anche il nostro comune si trova a dover combattere un nemico infido, il fuoco, che spesso va a colpire le colture, i campi e i boschi, mettendo in pericolo abitazioni e aziende agricole.
Nell’ambito del servizio di prevenzione si rivela prezioso il supporto dei volontari e delle squadre specializzate nell’antincendio boschivo, fondamentale soprattutto per quanto riguarda l’avvistamento e la segnalazione degli incendi boschivi, nonché il tempestivo intervento di spegnimento.

Le prescrizioni regionali antincendio approvate prevedono che: nel periodo dal 1 giugno al 15 ottobre vige lo stato di “elevato pericolo di incendio boschivo”, durante il quale viene elaborato quotidianamente, a cura della Direzione Generale della Protezione Civile, il “Bollettino di previsione di pericolo di incendio”. Dal 15 settembre al 15 ottobre, su autorizzazione dei Servizi Territoriali Ispettorati del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, sono consentiti gli abbruciamenti di stoppie, di residui colturali e selvicolturali, di pascoli nudi, cespugliati o alberati, nonché di terreni agricoli temporaneamente improduttivi.

Chiediamo ai nostri concittadini una attenzione particolare all’uso responsabile del fuoco con un occhio di riguardo alla tutela e alla prevenzione che possono evitare danni all’ambiente e alle persone.

Il Presidente
Claudio Seda

Lascia un commento