25.5 C
San Gavino Monreale
mercoledì, Giugno 3 2020

Palma malata in via Villacidro si abbatte su recinzione di una casa

Da leggere

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Andrea Erdas e Alessia Carta

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus, verso la “Fase 3”: la Sardegna riapre ai turisti

La Sardegna viaggia verso la "Fase 3", con diverse novità e ulteriori allentamenti alle restrizioni che hanno contraddistinto gli ultimi mesi. Di...

Convocazione del Consiglio Comunale – 4 maggio 2020

Il Sindaco Carlo Tomasi invita la popolazione a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria ed in videoconferenza, per...

Coronavirus in Sardegna: contagi quasi azzerati, si va verso una regione “covid free”

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Una grande palma si è spezzata nella tarda serata del 19 settembre 2015 in via Villacidro a San Gavino Monreale, abbattendosi sulla recinzione di una casa adiacente.

Palma malata in via Villacidro
Palma malata in via Villacidro

Dagli scatti pubblicati da Antonio Perra, che vi riproponiamo di seguito, e dalle testimonianze di diversi cittadini, pare che la pianta fosse malata e infestata dal punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus), un coleottero originario dell’Asia sudorientale, responsabile di seri danni alle coltivazioni di palmizi.

Questo insetto si è rivelato essere un micidiale parassita di molte specie di palme presenti nel Mediterraneo, comprese quelle nella Sardegna: anche a San Gavino Monreale si sono verificati moltissimi casi, per questo il Comune di San Gavino Monreale, a gennaio di quest’anno, aveva diramato delle linee guida per la prevenzione e la cura delle piante domestiche.

Questo il vademecum diramato dal Comune.

Quello che ci chiediamo è se queste misure contro il punteruolo rosso si siano rivelate sufficienti nell’esperienza da gennaio a oggi, dato che si sono ammalate (e morte) anche le piante sul suolo pubblico e quindi – immaginiamo – sottoposte a tutte le misure fitosanitarie suggerite dal Comune.

Attendiamo risposte (e rassicurazioni) dagli addetti ai lavori: fortunatamente la palma ha danneggiato solo una recinzione, ma se fosse caduta su un passante oppure sull’altro lato della strada, su un’auto di passaggio, oggi avremmo raccontato una storia ben più drammatica.

Palma caduta in via Villacidro
Palma caduta in via Villacidro

A onor di cronaca, nel 2013, in una foto d’archivio di Google Maps, la palma risultava – o sembrava essere, a occhi poco esperti come i nostri – in buona salute.

Palma in via Villacidro (foto 2013)
Palma in via Villacidro (foto 2013)

Altri articoli

Ultime News

“Due chiacchiere in camicia”: Alberto Ibba intervista Andrea Erdas e Alessia Carta

"Due chiacchiere in camicia" è un appuntamento settimanale sul canale Instagram di Alberto Ibba. In ogni appuntamento, Alberto intervisterà in diretta -...

Coronavirus, verso la “Fase 3”: la Sardegna riapre ai turisti

La Sardegna viaggia verso la "Fase 3", con diverse novità e ulteriori allentamenti alle restrizioni che hanno contraddistinto gli ultimi mesi. Di...

Convocazione del Consiglio Comunale – 4 maggio 2020

Il Sindaco Carlo Tomasi invita la popolazione a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria ed in videoconferenza, per...

Coronavirus in Sardegna: contagi quasi azzerati, si va verso una regione “covid free”

Sono arrivati i dati aggiornati del "bollettino coronavirus" in Sardegna. La giornata odierna presenta un bollettino che aggiorna...

Anche i sindacati dicono NO al trasferimento di diabetologia dall’Ospedale di San Gavino

I sindacati del Medio Campidano si schierano al fianco dei cittadini, nella battaglia per scongiurare il trasferimento dell’Unità Operativa Complessa di Diabetologia...