15.8 C
San Gavino Monreale
venerdì, Aprile 3 2020

Un murale per ricordare Peppino Impastato

Da leggere

Le barriere che non esistono spiegate da un virus

Sebbene non troppo tempestivamente, l’OMS ha pubblicato un comunicato relativo alla necessità di estendere le misure atte a contrastare il Covid-19 anche...

“Vorrei che piovesse”, il nuovo singolo di Davide Moreno

Arriva oggi venerdì 3 aprile in radio e in tutti i digital stores “Vorrei che piovesse”, il nuovo singolo del cantautore sangavinese...

Coronavirus, il virus si diffonde anche nell’aria? L’OMS rivede le regole sulle mascherine?

Si dovrebbero indossare mascherine per rallentare la diffusione del coronavirus? Questa è la domanda che David Shukman, "Science Editor" della BBC, ha...

Coronavirus, Borrelli: “A casa anche il 1° Maggio”

Se ormai è accertato che passeremo a casa Pasqua e Pasquetta, il dubbio slitta inevitabilmente al 1° Maggio, da molti considerato il...

In occasione della tappa di Giovanni Impastato a San Gavino Monreale, per un incontro rivolto agli studenti, il paese si arricchisce di un nuovo murale dedicato a Peppino Impastato, giovane attivista ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978.

Un murale per ricordare Peppino Impastato
Un murale per ricordare Peppino Impastato

L’opera, realizzata da Paolo ‘Mamblo’ Mazzucco, già autore di diverse opere sparse per il paese, si trova in via Mazzini, vicino all’incrocio con viale Rinascita.

Nato da un’idea di ANPI Medio Campidano e del Liceo Lussu-Marconi di San Gavino Monreale, riporta alcune parole di un pensiero di Peppino Impastato, che vi riproponiamo per esteso.

«Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore».

Altri articoli

Ultime News

Le barriere che non esistono spiegate da un virus

Sebbene non troppo tempestivamente, l’OMS ha pubblicato un comunicato relativo alla necessità di estendere le misure atte a contrastare il Covid-19 anche...

“Vorrei che piovesse”, il nuovo singolo di Davide Moreno

Arriva oggi venerdì 3 aprile in radio e in tutti i digital stores “Vorrei che piovesse”, il nuovo singolo del cantautore sangavinese...

Coronavirus, il virus si diffonde anche nell’aria? L’OMS rivede le regole sulle mascherine?

Si dovrebbero indossare mascherine per rallentare la diffusione del coronavirus? Questa è la domanda che David Shukman, "Science Editor" della BBC, ha...

Coronavirus, Borrelli: “A casa anche il 1° Maggio”

Se ormai è accertato che passeremo a casa Pasqua e Pasquetta, il dubbio slitta inevitabilmente al 1° Maggio, da molti considerato il...

“Grande Raccolta Fondi per l’Ospedale di San Gavino”: 27.071 € dopo 10 giorni

Dopo 10 giorni la Grande Raccolta Fondi per l'Ospedale di San Gavino ha raggiunto la cifra di 27.071 euro grazie alla donazione...