31.8 C
San Gavino Monreale
sabato, 15 Agosto 2020

Coronavirus, meno sangue dall’Italia: appello dell’AVIS a tutti i donatori sardi

Da leggere

Coldiretti, in Sardegna chiesto lo stato di calamità per gli incendi

Oltre l’11% del patrimonio forestale italiano risiede in Sardegna, una delle regioni più virtuose con Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e...

Candu esti cristioni de trassa

I nostri lettori ormai conoscono Baìngiu, arzillo "vecchietto" (così ci piace immaginarlo) che da tempo ci accompagna con i suoi "Contus e...

Ospedale, grave carenza di sangue di tutti i gruppi

La carenza estiva di sangue torna ad affliggere l'intera Regione: anche l'Ospedale di San Gavino Monreale deve fronteggiare momenti di difficoltà.

Nuovo Ospedale di San Gavino Monreale, Giorgio Carboni illustra i prossimi step

Il 7 agosto, come vi abbiamo annunciato, la INSO S.P.A. ha presentato il progetto esecutivo del nuovo Ospedale di San Gavino Monreale....

Coronavirus, oltre al danno, la beffa per i sardi.

Tra gli effetti collaterali del Coronavirus, oltre alla psicosi di massa e alle bufale che si rincorrono sui social, ne registriamo uno molto più inquietante: ossia una drastica riduzione delle unità di sangue in arrivo dalle regioni coinvolte (come Lombardia e Veneto, che garantivano una buona scorta d’emergenza per le regioni non autosufficienti).

Donazione Sangue
Donazione Sangue

Risultato? In caso di carenze, la Sardegna potrebbe trovarsi in difficoltà a coprire il fabbisogno di sangue per le trasfusioni ai tanti talassemici e a chi – ad esempio – deve affrontare un intervento chirurgico, un parto o è ricoverato per problemi oncologici.

Il tutto, si traduce in una richiesta straordinaria ai donatori sardi da parte dell’AVIS, compresa la sezione AVIS Comunale di San Gavino Monreale, che da qualche giorno sta facendo rimbalzare sui social appelli alla donazione, complice anche una carenza di sangue di gruppo 0+ e B+ nell’ospedale Nostra Signora di Bonaria.

“La nostra regione dovrà prevedere ogni possibile sforzo autonomo per poter supplire alle carenze che si verificheranno nei giorni futuri”, ha comunicato il presidente dell’AVIS Regionale, Antonello Carta, indirizzata a tutte le sedi locali. “Chiediamo a tutta la rete associativa, pertanto, di voler sensibilizzare i donatori per mezzo delle Avis comunali, incentivando la presenza in occasione di sedute di prelievo già programmate e cercando di organizzare tali sedute ancora meglio, se possibile. In accordo con i centri trasfusionali di riferimento, sarebbe anche auspicabile programmare ulteriori raccolte extra programma“.

Con questa riduzione dell’importazione di sangue dalle altre Regioni, è fondamentale un maggiore impegno da parte dei donatori sardi ed è anche l’occasione perché chi non ha mai donato cominci a dare il proprio prezioso contributo.

Per maggiori informazioni sulla donazione è possibile visitare il sito www.avissangavino.it oppure la pagina Facebook AVIS San Gavino Monreale OdV

Altri articoli

Ultime News

Coldiretti, in Sardegna chiesto lo stato di calamità per gli incendi

Oltre l’11% del patrimonio forestale italiano risiede in Sardegna, una delle regioni più virtuose con Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e...

Candu esti cristioni de trassa

I nostri lettori ormai conoscono Baìngiu, arzillo "vecchietto" (così ci piace immaginarlo) che da tempo ci accompagna con i suoi "Contus e...

Ospedale, grave carenza di sangue di tutti i gruppi

La carenza estiva di sangue torna ad affliggere l'intera Regione: anche l'Ospedale di San Gavino Monreale deve fronteggiare momenti di difficoltà.

Nuovo Ospedale di San Gavino Monreale, Giorgio Carboni illustra i prossimi step

Il 7 agosto, come vi abbiamo annunciato, la INSO S.P.A. ha presentato il progetto esecutivo del nuovo Ospedale di San Gavino Monreale....

L’Estate Sangavinese 2020 prosegue tra teatro e intrattenimento per i bambini

L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Pro Loco di San Gavino Monreale, sta dando vita all'Estate Sangavinese 2020.