17 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Coronavirus, meno sangue dall’Italia: appello dell’AVIS a tutti i donatori sardi

Da leggere

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 20.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna: 18 attualmente positivi (+3 da ieri) di cui...

Studenti in sciopero: ecco le risposte dell’Assessorato Regionale ai Trasporti

Studenti dei licei di San Gavino Monreale e Villacidro in sciopero, per denunciare l'inadeguatezza del sistema dei trasporti regionale. Tra ieri e...

Cane sfortunato cerca famiglia prima dell’inverno

Questo sfortunato cagnolino cerca una famiglia che possa dargli cure e affetto. Un signore premuroso lo ha ritrovato nei pressi della sua...

Università della Terza Età, aperte le iscrizioni all’Anno Accademico 2020/21

L'età non deve essere considerata un limite per smettere di studiare ed al tempo stesso di imparare. È tenendo presente questo spirito...

Coronavirus, oltre al danno, la beffa per i sardi.

Tra gli effetti collaterali del Coronavirus, oltre alla psicosi di massa e alle bufale che si rincorrono sui social, ne registriamo uno molto più inquietante: ossia una drastica riduzione delle unità di sangue in arrivo dalle regioni coinvolte (come Lombardia e Veneto, che garantivano una buona scorta d’emergenza per le regioni non autosufficienti).

Donazione Sangue
Donazione Sangue

Risultato? In caso di carenze, la Sardegna potrebbe trovarsi in difficoltà a coprire il fabbisogno di sangue per le trasfusioni ai tanti talassemici e a chi – ad esempio – deve affrontare un intervento chirurgico, un parto o è ricoverato per problemi oncologici.

Il tutto, si traduce in una richiesta straordinaria ai donatori sardi da parte dell’AVIS, compresa la sezione AVIS Comunale di San Gavino Monreale, che da qualche giorno sta facendo rimbalzare sui social appelli alla donazione, complice anche una carenza di sangue di gruppo 0+ e B+ nell’ospedale Nostra Signora di Bonaria.

“La nostra regione dovrà prevedere ogni possibile sforzo autonomo per poter supplire alle carenze che si verificheranno nei giorni futuri”, ha comunicato il presidente dell’AVIS Regionale, Antonello Carta, indirizzata a tutte le sedi locali. “Chiediamo a tutta la rete associativa, pertanto, di voler sensibilizzare i donatori per mezzo delle Avis comunali, incentivando la presenza in occasione di sedute di prelievo già programmate e cercando di organizzare tali sedute ancora meglio, se possibile. In accordo con i centri trasfusionali di riferimento, sarebbe anche auspicabile programmare ulteriori raccolte extra programma“.

Con questa riduzione dell’importazione di sangue dalle altre Regioni, è fondamentale un maggiore impegno da parte dei donatori sardi ed è anche l’occasione perché chi non ha mai donato cominci a dare il proprio prezioso contributo.

Per maggiori informazioni sulla donazione è possibile visitare il sito www.avissangavino.it oppure la pagina Facebook AVIS San Gavino Monreale OdV

Altri articoli

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 20.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna: 18 attualmente positivi (+3 da ieri) di cui...

Studenti in sciopero: ecco le risposte dell’Assessorato Regionale ai Trasporti

Studenti dei licei di San Gavino Monreale e Villacidro in sciopero, per denunciare l'inadeguatezza del sistema dei trasporti regionale. Tra ieri e...

Cane sfortunato cerca famiglia prima dell’inverno

Questo sfortunato cagnolino cerca una famiglia che possa dargli cure e affetto. Un signore premuroso lo ha ritrovato nei pressi della sua...

Università della Terza Età, aperte le iscrizioni all’Anno Accademico 2020/21

L'età non deve essere considerata un limite per smettere di studiare ed al tempo stesso di imparare. È tenendo presente questo spirito...

Confartigianato Sardegna: appello a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio

Appello di Confartigianato Sardegna a imprese, lavoratori e cittadini per il rispetto delle norme anticontagio. Matzutzi e Serra: “Abbiate buonsenso e siate...