21.2 C
San Gavino Monreale
lunedì, 19 Ottobre 2020

Coronavirus, il modulo per l’autocertificazione per gli spostamenti

Da leggere

Laboratori di analisi, è scontro con la Regione. Stop ai servizi in regime di esenzione da ticket

I laboratori privati di analisi che in Sardegna garantivano prestazioni in regime di esenzione, a causa del raggiungimento...

San Gavino Monreale, ritrovato mazzo di chiavi

Riceviamo e pubblichiamo un annuncio da parte di una lettrice. Chiediamo massima condivisione al fine di arrivare al proprietario del mazzo di...

Coronavirus, ecco il testo del DPCM del 18 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il DPCM del 18 ottobre 2020 contenente ulteriori misure per il contrasto e il contenimento...

Coronavirus, arriva il nuovo DPCM. Conte: “I sindaci potranno chiudere vie e piazze. Orario flessibile per i licei”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo una lunghissima attesa (la conferenza stampa attesa alle 20:00 è iniziata con oltre un'ora di ritardo),...

Dalla mattina del 10 marzo, chiunque dovrà spostarsi da un Comune all’altro dovrà avere una giustificazione e presentare una autocertificazione per il controllo. Secondo quanto stabilito va evitato «ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita», «nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità» o «per motivi di salute».

Occorre un modulo da esibire al momento del controllo, che alleghiamo.

Chi non può scaricarlo e stamparlo può copiare il testo e portare la dichiarazione con sé.

Chi deve fare sempre lo stesso spostamento può utilizzare un unico modulo specificando che si tratta di un impegno a cadenza fissa.

La stessa modalità vale anche per chi ha esigenze familiari che si ripetono quotidianamente oppure a scadenze fisse e dunque può indicare la frequenza degli spostamenti senza bisogno di utilizzare moduli diversi.

Ad esempio chi deve spostarsi tra i comuni per raggiungere i figli o altri parenti da assistere oppure per impegni di carattere sanitario.

Se si viene fermati si può fare una dichiarazione che le forze dell’ordine trascriveranno ma sulla quale potranno fare verifiche anche successive. Spetta al cittadino dimostrare di aver detto la verità.

Le sanzioni per chi non rispetta le ordinanze prevedono una multa di 206 euro e una condanna a fino tre mesi di carcere.

Altri articoli

Ultime News

Laboratori di analisi, è scontro con la Regione. Stop ai servizi in regime di esenzione da ticket

I laboratori privati di analisi che in Sardegna garantivano prestazioni in regime di esenzione, a causa del raggiungimento...

San Gavino Monreale, ritrovato mazzo di chiavi

Riceviamo e pubblichiamo un annuncio da parte di una lettrice. Chiediamo massima condivisione al fine di arrivare al proprietario del mazzo di...

Coronavirus, ecco il testo del DPCM del 18 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il DPCM del 18 ottobre 2020 contenente ulteriori misure per il contrasto e il contenimento...

Coronavirus, arriva il nuovo DPCM. Conte: “I sindaci potranno chiudere vie e piazze. Orario flessibile per i licei”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo una lunghissima attesa (la conferenza stampa attesa alle 20:00 è iniziata con oltre un'ora di ritardo),...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 18.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna 15 attualmente positivi (+ 1 da ieri) di...