14.6 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 20 Ottobre 2021

San Gavino, un murale per ricordare Enrico Berlinguer e Antonio Marrocu

Emergenza sanitaria

Sabato 8 maggio 2021, la Fondazione Enrico Berlinguer ha presentato all’esterno della sede la realizzazione del murale in cui viene ritratta la gigantesca figura di Enrico Berlinguer. L’immagine è accompagnata da una delle sue frasi più conosciute: “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”.

Autore dell’opera è stato l’artista Giacomo Putzu, già presidente dell’associazione Chine Vaganti: “Sono molto legato alla figura di Enrico Berlinguer, la mia carriera artistica è iniziata proprio con un suo ritratto. Mi ha fatto molto piacere la proposta di realizzazione di questo murale, è un personaggio che apprezzo tanto. Per me è stato un onore che mi venisse commissionato”. Il murale è stato reso più immediato, utilizzando colori al quarzo e una vernice fissante per concluderne al meglio la resa.

L’intenzione della Fondazione era quella di maturare sui muri del paese la figura di Berlinguer, un politico che ha fatto da aggregatore dell’elettorale di sinistra tra gli anni ’60 e gli anni ’80. È stato anche un modo per ricordare Antonio Marrocu, come spiegato dal presidente Mirko Vacca: “Purtroppo siamo in zona arancione e abbiamo potuto fare meno di quello che avremmo voluto. Ma il pensiero ad Antonio, che è stato presidente della Fondazione, penso fosse dovuto. Un omaggio a lui, al suo impegno e alla sua passione per la politica. Nei prossimi giorni renderemo note le iniziative per ricordarlo come si deve”.

Presente a nome dell’amministrazione comunale l’assessora alla Cultura Silvia Mamusa, che ha commentato così: “San Gavino è diventato un museo a cielo aperto e si arricchisce ulteriormente di un’opera importante dal punto di vista culturale. Giacomo Putzu ha fatto davvero un bel lavoro. Berlinguer è stato un personaggio politico e culturale trasversale, i suoi messaggi raggiungevano tutta la popolazione: erano messaggi di buon senso e di saggezza. Ancora oggi è ricordato e condiviso da tutti”.

Simone Spada

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News