5.8 C
San Gavino Monreale
lunedì, 29 Novembre 2021

Don Mario Meloni ordinato sacerdote per la Diocesi di Ales-Terralba

Emergenza sanitaria

Don Mario Meloni nella giornata del 23 ottobre 2021 è stato ordinato sacerdote per la Chiesa di Ales-Terralba. Dopo tanti anni, un sangavinese riceve l’ordinazione e la chiamata al ministero presbiterale.

“Caro Mario – queste le parole di Roberto Carboni, vescovo di Ales-Terralba – sei un dono del Signore per questa Chiesa, perché Gesù vuole farsi presente attraverso la tua persona, la tua carità, la tua parola e il tuo ministero in mezzo al Suo popolo”.

La vocazione, la chiamata al ministero presbiterale di Mario Meloni, figlio di questa comunità cristiana di S. Chiara – continua Mons. Roberto Carboni –  si intreccia con una storia personale non scontata, dove il Signore ha agito, nel rispetto della libertà della persona, muovendo il cuore, suscitando cambi, offrendo nuove sintesi, prospettando percorsi di vita che attraverso il discernimento poi si sono tramutati in decisioni, in scelte durature di cui oggi celebriamo un nuovo e significativo riepilogo”.

“La vocazione di Mario – spiega il vescovo Roberto Carboni –  si potrebbe definire una “vocazione in età adulta”, che arriva come prima sintesi di un percorso personale spirituale, dopo anni di studio e lavoro. Una vita simile a quella di tanti giovani, con gli interessi, il lavoro, i divertimenti, ma ad un certo punto in questa vita “ordinaria” entra lo “straordinario”, la presenza del Signore Gesù che chiama, che chiede di aderire a quell’invio in missione come ha chiesto ai suoi discepoli”.

“Ecco caro Mario dovrai coltivare nel tuo cuore ogni giorno l’amore alla Chiesa che si manifesta nell’amore al popolo di Dio e ai suoi pastori.  In questo cammino non sei solo: sei accompagnato dalla Chiesa, sei sostenuto dalla tua famiglia, ma soprattutto sei guidato dal Signore e tenuto per mano dalla Madre di Gesù che noi veneriamo in questa diocesi con il titolo di Santa Mariaquas. Sia Lei a portarti sempre a Gesù e al tempo stesso farti attento alla povertà materiale e spirituale dei tuoi fratelli. Ella ti invita a “fare quello che il Signore ti dirà”. Così sia nella tua vita di presbitero” – conclude Mons. Roberto Caboni.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News