17.7 C
San Gavino Monreale
martedì, 4 Ottobre 2022

Come diventare social media strategist?

Emergenza sanitaria

Hai mai sentito parlare di social media strategist?

Si tratta di una delle nuove figure professionali nate grazie ai social media. Come potresti già aver intuito dal nome, si tratta di un lavoro in cui è necessario prendersi cura della strategia di marketing di un profilo social, sia esso di un singolo individuo piuttosto che di una compagnia di materassi.

Ma come si può diventare social media strategist? È richiesta una qualifica particolare o lo possono fare tutti?

La verità sta nel mezzo. Continua a leggere per scoprire di più sulle implicazioni di questa nuova, allettante figura professionale!

Il ruolo di un social media strategist in dettaglio

Come già accennato, il (o la) social media strategist è una figura che si occupa di gestire la strategia di comunicazione di un profilo social. Può applicarsi a qualsiasi piattaforma: Facebook, Instagram, Twitter, TikTok, e altre ancora. Puoi trovarne una lista completa su questo servizio e scoprire la varietà di opzioni social disponibili.

A proposito di follower, quella è una delle metriche che il social media strategist segue con molta attenzione. Il suo ruolo, di fatti, è anche quello di assicurarsi che la strategia elaborata e messa in atto funzioni.

Per funzionare, una strategia deve accrescere la visibilità e la notorietà del profilo social preso in gestione. Dunque, se sei già capace di far crescere un profilo potresti davvero valutare l’opzione di diventare social media strategist, altrimenti puoi imparare e affinare le tecniche.

A metà tra il vecchio e il nuovo

Che cosa significa? Ebbene, chi elabora le strategie di marketing sui social deve tenere presenti certi pilastri fondamentali della comunicazione, ma deve anche sempre avere un asso della manica: la creatività.

Saper inventare qualcosa di nuovo è cruciale per avere successo sui social. La novità può manifestarsi in tanti modi, tra cui:

  • Un nuovo format;
  • Una nuova rubrica;
  • Una nuova grafica per i post;
  • Una nuova lunghezza dei video;
  • Un nuovo modo di postare le storie in evidenza;
  • E tanto altro ancora.

La creatività non ha limiti. L’essere umano è capace di inventare sempre cose nuove, ma piaceranno?

Ebbene, questa domanda non è la principale di questo articolo. Qui parleremo di come diventare social media strategist, ma sappi una cosa: per diventarlo davvero, devi anche sapere come attirare l’attenzione dei tuoi visitatori e invitarli a mettere il follow.

Dunque, prosegui la lettura per venire a scoprire alcune delle basi per diventare social media strategist.

Unicità e semplicità

La pagina social che vorrai gestire deve seguire principalmente due criteri fondamentali: unicità e semplicità.

Che cosa la rende unica? Qual è la sua unique selling proposition? Per che cosa si differenzia dal resto delle pagine social che si occupano della tua nicchia?

Anche qui, una pagina può essere unica per varie ragioni. Come presenti i tuoi post? Quali colori utilizzi? Come scrivi le descrizioni sotto ogni post? Quanto spesso fai dei tagli o delle transizioni nei video? Ogni piccolo dettaglio può fare la differenza.

Ma qui arriviamo al secondo punto. Troppi dettagli messi “a caso” rendono l’identità della tua pagina social “difficile” da comprendere. Per quanto possa essere di grande soddisfazione per alcuni utenti captare questi micro-segnali, la verità è che la comunicazione efficace è quella resa semplice.

Dunque, può bastare davvero un colore particolare che si abbina molto bene ai contenuti che proponi. Vuoi proporre vestiti fatti a mano? Allora trova un colore particolare, per esempio l’indaco schiarito, con cui abbinare le tue collane di conchiglie (o con fiori di loto? La scelta è tua o del proprietario del profilo che gestisci).

Un altro pilastro della semplicità è la comunicazione semplice. Non esagerare con paroloni o tecnicismi, a meno che ti stia rivolgendo a una nicchia di persone molto esigenti.

Le nostre mamme avrebbero detto “Parla come mangi”. L’idea è quella: parla come parlerebbe la tua nicchia.

Una comunicazione semplice avvicina la tua pagina social ai tuoi visitatori, creando empatia e un senso di comunità e appartenenza. Di conseguenza, vedrai anche crescere la tua community grazie al passaparola.

Se hai letto fino a qui, allora sarai certamente entusiasta di cominciare il tuo percorso. Ma attenzione…

Sarà difficile?

Ebbene, Roma non è stata costruita in un giorno.

Sebbene sia relativamente facile imparare come funziona la comunicazione, tutt’altra cosa è metterla in pratica con successo e vedere i risultati.

Il percorso è insidioso e non lineare. A volte, ti impegnerai al massimo e non vedrai alcun risultato.

Vedrai persone mettere il follow a pagine troppo mainstream. Ma è giusto così: è la comunicazione.

Ricorda: nei momenti difficili, hai sempre la creatività dalla tua parte. Puoi prendere in considerazione di fare cose che non avresti mai pensato prima. Puoi sfoderare la tua creatività in modi e strategie nuove.

La verità è che nella comunicazione vince chi sa conquistare il cuore delle persone. E le persone, tipicamente, vanno anche dove tira il vento.

La riprova sociale è uno dei meccanismi più radicati del marketing. Sfruttala a tuo vantaggio con i grandi numeri.

Il momento è oggi

Puoi cominciare oggi a vedere realizzato il tuo sogno. Il lavoro è tanto, ma ce la puoi fare se perseveri. Non tutti ce la fanno, ma ecco la cruda verità: solo chi molla è destinato a fallire.

Continua e non mollare di fronte a niente. Nessuno può fermarti se non te stesso. Non permetterlo e vai!

Chi la dura la vince.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News