17 C
San Gavino Monreale
lunedì, 28 Novembre 2022

Come usare LinkedIn per trovare clienti come freelance?

Eventi e manifestazioni

- Pubblicità -

LinkedIn è il social network che va per la maggiore quando si parla del mondo del lavoro. Infatti, si tratta di un social dove affermare la propria presenza per poter diventare una personalità di rilievo in un determinato settore.

Ebbene, questo rende la piattaforma di LinkedIn un ottimo trampolino di lancio per moltissimi freelance, che possono trovare nuovi clienti.

- Pubblicità -

Se non conosci LinkedIn, andiamo a capire meglio di cosa si tratta: parliamo di un social studiato per essere una sorta di curriculum vitae digitale. Tuttavia, la differenza sostanziale è che non si tratta di un CV statico, ma di una piattaforma dove puoi pubblicare, interagire e fare networking.

Qual è l’obiettivo di LinkedIn?

Per capire per quale motivo dovresti utilizzare LinkedIn per cercare clienti come freelance dobbiamo capire qual è l’obiettivo che si cela dietro a questo social.

Ebbene, la piattaforma è incentrata sulla costruzione di rapporti professionali che, nascendo su LinkedIn, possono poi concretizzarsi nel mondo reale.

Inoltre, è possibile lasciare un feedback a coloro con i quali hai collaborato (e loro possono fare lo stesso con te). Questo potrebbe fornire informazioni utili a qualcuno che sta cercando nuovi dipendenti oppure un freelance da ingaggiare.

Per mezzo di un abbonamento potrai anche acquistare un account premium che fornisce alcuni strumenti utili per aumentare la tua visibilità su LinkedIn. Ti consigliamo di pensare all’acquisto in un secondo momento: farsi notare su LinkedIn è totalmente gratuito.

Quali informazioni devo inserire su LinkedIn per trovare lavoro?

Ora che abbiamo capito a cosa serve la piattaforma, andiamo a scoprire come utilizzarla al meglio per trovare lavoro.

Ebbene, il tuo profilo LinkedIn si compone di più sezioni. Le prime che dovrai andare ad ottimizzare sono:

  • Dati personali, dove potrai anche inserire la pronuncia del tuo nome
  • Sommario, una raccolta breve di informazioni su di te, sul tuo lavoro e sui tuoi studi
  • Titoli di studio
  • Contatti
  • Esperienze lavorative, corredate di una breve descrizione circa le tue mansioni e le competenze acquisite
  • Obiettivi che hai raggiunto dal punto di vista professionale e didattico, come i certificati di alcuni corsi conclusi
  • Recensioni, che ti verranno lasciate dai tuoi ex collaboratori

Come usare LinkedIn per trovare clienti come freelance?

Se sei un freelance sai benissimo che è fondamentale poter dimostrare le tue competenze e distinguerti, per dare modo ai potenziali clienti di scegliere te rispetto alla concorrenza.

Ecco, LinkedIn è il posto giusto per farlo.

Cosa devi ottimizzare? Prima di tutto devi avere delle ottime foto, sia come copertina che come profilo, che possano esprimere professionalità.

Allo stesso modo, ti consigliamo di condividere le tue competenze professionali e i tuoi studi, per mezzo di post o video. In questo modo, riuscirai a dare un valore aggiunto a qualcosa che, in caso contrario, si potrebbe leggere da un normale CV.

Non sei ancora entrato nel mondo dei freelance e vorresti sperimentare? In questo caso ti ricordiamo che, per lavorare come freelance, è obbligatoria l’apertura della Partita IVA.

Infatti, sebbene inizialmente potrai utilizzare la ritenuta d’acconto per la prestazione occasionale, quando la tua attività da libero professionista inizierà a diventare abituale dovrai aprire la Partita IVA.

Per farlo potrai sfruttare le agevolazioni offerte dal regime forfettario e avvalerti di un consulente fiscale come Fiscozen, con il quale scoprirai tutti i benefici della Partita IVA!

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News