Trattorando 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Cercasi fruttivendoli laureati, astenersi perditempo

Sulla pagina facebook Questa è SAN GAVINO sta facendo discutere un annuncio apparso sul famoso portale di annunci Subito.it.

Ve lo riportiamo, anche se potete leggere direttamente l’originale qui, qualora non venga rimosso dagli inserzionisti. Mettiamo le mani avanti, dopo le polemiche e le ironie suscitate dal seguente annuncio.

Commesso di reparto ortofrutta

Il candidato ideale ha età inferiore ai 28 anni, laurea in discipline economiche, ottime capacità organizzative, ottime doti relazionali, attitudine alla vendita.
Preferibile domicilio o residenza nel comune di Sanluri. Passione per il commercio, desiderio di crescere professionalmente nel settore del commercio completano il profilo.
Gli interessati possesso inviare il proprio curriculum vitae con foto e autorizzazione al trattamento dei dati personali.

Subito.it

Subito.it

Insomma, si cerca un laureato, formato, in gamba e appassionato, per lavorare come commesso nel reparto ortofrutticolo di un negozio. Nessuno mette in dubbio che sia un lavoro rispettabilissimo (vendere generi alimentari è uno dei mestieri più nobili, indispensabili e antichi dell’umanità), ma siamo certi che un “candidato ideale” debba avere quei requisiti? Un diploma non sarebbe sufficiente?

Qualcuno, su Questa è SAN GAVINO, suggeriva che l’inserzionista fosse nella lista dei “soggetti ospitanti” per Sardegna Tirocini. Non abbiamo avuto modo di verificare, ma anche se così fosse, una laurea non sarebbe richiesta comunque dalle linee guida, come riportato dal documento omonimo.

Possono svolgere un Tirocinio Formativo e di Orientamento, tutti i soggetti che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e che si trovino nello stato di inoccupazione o disoccupazione così come definito dal D.Lgs. 181/00 e successive modificazioni. Non ci sono limiti di età massima né di titolo di studio.

E allora ci chiediamo il perché di una scelta di questo genere, che forse svilisce la formazione di chi ha una laurea in Economia, e frustra le aspirazioni di tanti inoccupati o disoccupati che avrebbero bisogno di lavorare e si trovano preclusa una via senza apparente motivazione.

E voi che ne pensate?

Lascia un commento