14.6 C
San Gavino Monreale
sabato, 16 Ottobre 2021

L’arte di Jana’s

Emergenza sanitaria

Incuriositi ancor di più dalla lunga attesa dovuta al rinvio causato dall’alluvione di novembre, abbiamo visitato la mostra di Daniela Frongia “Jana’s” chiamata “all’Interno e all’Intorno contemporanea-mente”.

Già dal nome avevamo capito la particolarità della mostra in cui l’interno era rappresentato da tutte le opere mentre l’intorno erano gli spettatori protagonisti della mostra. “Contemporanea-mente” scritto così di proposito richiamava l’utilizzo del proprio cervello durante la mostra di arte contemporanea.

L'arte di Jana's
L’arte di Jana’s

Detto questo e ribadita l’eccezionalità di una mostra di questo tipo, allo stesso tempo emotiva, intellettuale e dinamica, siamo anche noi caduti nelle tentazioni, oltre ad ammirare le opere appese al muro, si poteva ascoltare musica, guardare video, leggere, scrivere e soprattutto cercare di aprire l’opera attraverso la scelta della chiave giusta.

Abbiamo incontrato l’artista per toglierci alcune curiosità, Daniela, qual è stata la tua formazione?
«La mia formazione artistica va sviluppandosi fin dall’infanzia, attraverso la sperimentazione del disegno e della materia naturale, l’osservazione, l’ascolto e la curiosità. Ho maturato la mia poetica personale nel percorso di studi alla Scuola d’Arte di Oristano e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Il percorso fiorentino è stato particolarmente ricco di esperienze dirette con artisti quali Robert Pettena, John Duncan, Melissa Pasut e Cesare Pietroiusti; attraverso collaborazioni, mostre collettive e workshop».

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Sarà coinvolta ancora San Gavino?
«Difficile dire quali siano i miei progetti per il futuro, di certo sono tanti e pieni. Vivo l’arte giorno dopo giorno, sviluppando ciò che la mia “contemporaneità mentale” suggerisce. Il pensiero emotivo è la base del mio fare, il corpo la sua traccia, il pubblico il racconto. Ho atteso tanto per una personale nel mio paese, mi ha commossa l’entusiasmo e la partecipazione delle persone, e di certo, non sarà stata questa l’unica occasione per poter “dire” qualcosa».

Fonte: Luca Fois, Comprendo

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News