#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Monumenti Aperti 2015: i monumenti visitabili il 2 e 3 maggio

Il 2 e il 3 maggio, date che coincidono con i festeggiamenti in onore di San Gavino Martire, all’interno di “Monumenti Aperti 2015”, si renderà visitabile la chiesa che da questi trae il nome. Saranno visitabili anche le chiese di Santa Croce e di Santa Chiara, oltre al convento di Santa Lucia. Queste giornate saranno utili per lasciarsi affascinare dal patrimonio racchiuso nella Casa Museo Dona Màxima, nel Museo Due Fonderie, nell’esposizione Nuccio Delunas, e nell’Archivio Storico.

Sarà inoltre un’occasione per esplorare, con l’ausilio di guide, gli ambienti che costituiscono la sede della Fonderia. Il paese sarà animato da diverse iniziative, e sia sabato che domenica si svolgeranno tra le altre “A pranzo con gli Anziani Sempre Giovani” presso via Convento 80, “La chiesa di Eleonora”: San Gavino Martire raccontata in lingua sarda dagli alunni del “Marconi + Lussu”, “Dimostrazione pratica di tiro con l’arco” nel piazzale del convento, “Pregadorias Antigas”: gli alunni delle Scuole Medie reciteranno delle orazioni tradizionali in lingua sarda, “Reading letterario Eleonora, faccia di pietra”: gli alunni del “Marconi + Lussu” narreranno in diverse lingue le gesta di Eleonora d’Arborea presso il sagrato della chiesa di San Gavino Martire.

Tra gli eventi collaterali spiccano, presso Dona Màxima la “Mostra fotografica sulla Grande Guerra” e “Pani Pintau” di Nonnòra, presso via Diaz 5 l’esposizione di Chiara Atzori, presso Piazza Resistenza la mostra “De Profundis”, presso il Civis la “Mostra degli hobbisti” e il “Percorso naturalistico” organizzato dalla Pro Loco. Presso l’Archivio Storico a cura degli esperti, Alessia Cossu e Daniele Marcia, del Comune di San Gavino Monreale, si terrà “Alla riscoperta dei mercati civici – I mercati sangavinesi dal XIX secolo ai giorni nostri”.

Sabato alle 18 presso il piazzale del Civis si terrà il concerto della Banda Musicale, mentre alle 20 presso la Chiesa di San Gavino Martire ci sarà il concerto del Coro Polifonico. Durante la manifestazione i monumenti saranno visitabili gratuitamente dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Farà eccezione la Fonderia che accoglierà i visitatori sabato 2 maggio dalle 9:30 alle 13 e dalle 15 alle 18. Sarà allestito un Info Point in piazza Marconi.

La chiesa di Santa Chiara

La chiesa di Santa Chiara

Fonderia
località Piscina Linu
Progettata nel 1930 dall’ingegnere Giovanni Rolandi e inaugurata nel 1932, la fonderia era allora la più grande d’Europa. È stata fonte di notevole benessere economico per tutto il territorio e famosa per la produzione dei pallini da caccia: venduti in tutto il mondo, vennero adoperati alle Olimpiadi dal 1956.

Museo Due Fonderie
via Montevecchio, 2
Situato all’interno degli ex magazzini ferroviari, il museo ospita un allestimento che documenta l’eredità culturale della fonderia di San Gavino Monreale e dell’antica fonderia di Villacidro: testimonianze orali, materiali e fotografiche descrivono la vita quotidiana e il lavoro in fabbrica.

Chiesa di San Gavino M.
via San Gavino
Eretta in stile gotico nel 1347 per volere dei giudici di Arborea, la chiesa, è stata completata nel 1388 sotto il giudicato di Eleonora. Definita il pantheon degli Arborea, custodisce al suo interno le loro effigi, uniche raffigurazioni pervenute dei giudici arborensi.

Chiesa di Santa Chiara
piazza Marconi
Venne costruita intorno al XV sec. ed è stata per lungo tempo il centro della vita sangavinese. L’altare maggiore, gioiello di marmo policromo edificato nel 1780 dall’artista Michelino Spazzi, è dedicato a S. Chiara, patrona del paese.

Convento di Santa Lucia
via Convento
Fu innalzato nel IX sec. e nell’arco della sua storia ospitò diversi ordini. Annessa al convento si trova la Chiesa di Santa Lucia, mentre il cortile interno custodisce un chiostro in stile basiliano formato da cinque archi in pietra arenaria.

Chiesa di Santa Croce
via Santa Croce, snc
Costruita nella prima metà del XVI sec., conserva un Cristo che poggia su una croce di ginepro del 1745, utilizzato ogni anno per “S’Incontru” con la Madonna. La confraternita di Santa Croce risale all’edificazione della chiesa.

Museo Dona Maxima
via Amsicora, 21
Tipica casa padronale sangavinese, risale alla prima metà del XVI sec. e deve il nome all’ultima proprietaria, Donna Massima Orrù. La casa, contiene un’esposizione permanente di arredi e utensili della cultura tradizionale campidanese.

Collezione Delunas
via Roma, presso CIVIS
La collezione, si caratterizza per diverse centinaia di oggetti legati a squadre locali e regionali, di cui abbondano foto, video, maglie e cimeli. L’esposizione ripercorre inoltre le gesta della gloriosa squadra sangavinese Italpiombo.

Archivio Storico
via Trento
Conserva i documenti prodotti e ricevuti dall’Amministrazione di San Gavino Monreale a partire dalle sue origini fino al 1967, così come quelli di enti o uffici i cui archivi sono confluiti in quello comunale. Il documento più antico presente nell’Archivio Storico risale al 1743.

Fonte: Comprendo 84

Lascia un commento