30.6 C
San Gavino Monreale
sabato, Luglio 11 2020

Strada della salute, uno spettacolo indecente

Da leggere

Allerta incendi in Sardegna: sabato 11 luglio bollino arancione

Le alte temperature hanno indotto la Protezione Civile a emanare un bollettino di previsione di pericolo incendio per la giornata di oggi...

Sport da contatto e restrizioni, l’Assessore Chessa risponde

Il blocco pressoché totale delle attività sportive durante la pandemia è stato uno dei divieti più sentiti e impattanti sulla salute psicofisica...

Pro Loco, un appello per fare gli acquisti a San Gavino Monreale

"Compra a San Gavino Monreale". Questo l'appello della Pro Loco di San Gavino Monreale che, per mezzo di Antonella Caboni, neo-presidente dell'associazione...

Dopo il coronavirus aumenta la povertà tra i pensionati

Pensionati ancora invisibili al Governo. Anche dalla Sardegna parte l’allarme verso le scelte Nazionali. La presa di posizione della Presidente di ANAP...

A San Gavino Monreale tantissime persone, a qualsiasi ora della giornata, si recano a camminare o correre in quella che ormai è stata ribattezzata la “Strada della salute”. Una via a ridosso del centro abitato, facile da raggiungere e asfaltata, perfetta per chi sceglie un posto per allenarsi o semplicemente fare delle salutari passeggiate lontane dallo smog e dal traffico cittadino.

Purtroppo però, lo spettacolo offerto da questa strada è tutt’altro che “salutare”, anzi. Rifiuti di ogni tipo vengono abbandonati nella cunetta a bordo della carreggiata: lattine, contenitori, bidoni di plastica, buste piene di rifiuti di ogni tipo.

Ancora una volta l’inciviltà di pochi rovina quanto di buono si sta cercando di fare per il paese. Abbandonare i rifiuti nell’ambiente è un reato, ma soprattutto è una cosa estremamente stupida: il servizio di smaltimento rifiuti (a domicilio, senza nemmeno doversi prendere la briga di caricare in macchina l’immondizia) viene pagato da ogni cittadino e non servirsene è un controsenso.

Alcuni lettori ci hanno comunicato di aver provveduto, diverso tempo fa, a segnalare all’amministrazione comunale e ai vigili urbani la situazione di degrado dell’area. Tuttavia, i rifiuti sono ancora al loro posto (e temiamo anche che, una volta ripulita la zona ma senza una campagna di controllo costante, verrebbero comunque sostituiti da nuova sporcizia).

Un controllo più efficiente del territorio, magari mediante l’installazione di telecamere mobili in vari punti del centro abitato e delle campagne limitrofe, potrebbe essere una soluzione per prevenire comportamenti incivili e per punire in maniera esemplare chi sporca e inquina la nostra terra.

Altri articoli

Ultime News

Allerta incendi in Sardegna: sabato 11 luglio bollino arancione

Le alte temperature hanno indotto la Protezione Civile a emanare un bollettino di previsione di pericolo incendio per la giornata di oggi...

Sport da contatto e restrizioni, l’Assessore Chessa risponde

Il blocco pressoché totale delle attività sportive durante la pandemia è stato uno dei divieti più sentiti e impattanti sulla salute psicofisica...

Pro Loco, un appello per fare gli acquisti a San Gavino Monreale

"Compra a San Gavino Monreale". Questo l'appello della Pro Loco di San Gavino Monreale che, per mezzo di Antonella Caboni, neo-presidente dell'associazione...

Dopo il coronavirus aumenta la povertà tra i pensionati

Pensionati ancora invisibili al Governo. Anche dalla Sardegna parte l’allarme verso le scelte Nazionali. La presa di posizione della Presidente di ANAP...

Via Pascoli, a San Gavino un nuovo meraviglioso murale firmato dallo street artist Millo

Il museo a cielo aperto di San Gavino Monreale si arricchisce con una nuova strepitosa opera d'arte. La firma è di Francesco...