#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

2° Festa del Donatore AVIS, le foto e il racconto della serata

Una bellissima serata quella di venerdì 5 luglio 2019, in cui abbiamo avuto il piacere e l’onore di partecipare alla 2° Festa del Donatore della sezione AVIS di San Gavino Monreale.

Centinaia di persone hanno risposto all’invito degli organizzatori e hanno partecipato a una serata di allegria e convivialità, sposando lo spirito solidale e collaborativo dell’associazione dei donatori di sangue. Il grande raduno dei AVIS ha avuto luogo nel bellissimo palcoscenico offerto da Campu Linus, che per l’occasione ha ospitato una lunghissima tavolata a cielo aperto.

2° Festa del Donatore AVIS, le foto e il racconto della serata

2° Festa del Donatore AVIS, le foto e il racconto della serata

Dopo l’aperitivo di benvenuto e l’accoglienza ai tanti ospiti, una lauta cena animata dalla musica dal vivo degli ADAMÁ e dai saluti del direttivo. Diego Cotza e Andrea Pusceddu, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’AVIS di San Gavino Monreale, hanno ringraziato i presenti ricordando i valori che uniscono tutti i donatori accorsi alla festa. Un filo conduttore tra chi dona e chi riceve “il dono” che è stato ripreso da Eloisa Abis, vice presidente di Thalassa Azione Onlus, anche lei intervenuta sul palco a salutare e ringraziare i presenti.

Grande è stata comunque anche la partecipazione da parte del pubblico: risate e allegria durante l’estrazione dei biglietti della simpatica “sottoscrizione a premi”, consegnati dal vivo ai fortunati vincitori, e un bel coinvolgimento con le canzoni pop degli ADAMÁ.

“La festa sociale” – sostiene Diego Cotza – “è un momento importante per la nostra Associazione, è una festa dedicata completamente ai soci donatori che dedicano periodicamente parte del loro tempo per fare quel gesto tanto semplice quanto importante per il sistema sanitario ma soprattutto per i pazienti riceventi. Abbiamo pensato tanto in questi mesi a come organizzarla, a quale sarebbe stata la soluzione migliore per conciliare il desiderio di festeggiare al meglio i nostri soci con le nostre forze in termini di risorse sia finanziarie che umane. Alla fine abbiamo optato per la cena “autogestita” con concerto e crediamo che sia stata anche la soluzione più giusta tenendo conto del periodo e del numeroso numero di soci presenti”.

2° Festa del Donatore AVIS, le foto e il racconto della serata

2° Festa del Donatore AVIS, le foto e il racconto della serata

“Ma una cena autogestita al posto della classica cena in ristorante prevede un grande impegno organizzativo” – continua Diego – “e soprattutto ha bisogno di tante persone pronte a dedicare tante ore di lavoro prima, durante e dopo l’evento. Fortunatamente in questi cinque anni di attività abbiamo avuto modo di creare relazioni e collaborazioni con numerose Associazioni sangavinesi e questo ci ha agevolato tanto nel trovare a nostra volta un aiuto indispensabile per consentirci di servire a tavola ben 350 ospiti e se tutto è andato per il meglio il merito principale è della grande capacità organizzativa del nostro Vice Presidente Andrea Pusceddu che da diverse settimane si è dato da fare per pianificare al meglio la nostra festa, ma preferisco che sia lui stesso a raccontarvi come e con chi ha lavorato per rendere la nostra festa una piacevole serata per i nostri donatori ed amici”.

“La buona riuscita della festa è frutto di una attenta organizzazione” – ci racconta Andrea Pusceddu – “il nostro scopo era quello di coccolare e far sentire bene i nostri ospiti e tutto questo è stato possibile realizzarlo grazie alle persone che ci hanno dato una mano a vario titolo. In primis i nostri main sponsor, “Liomatic”, il ristorante “Santa Lucia” ed il panificio “Capricci di Sofia”. Voglio però ringraziare soprattutto la vera forza lavoro che si è messa a disposizione supportando e sopportando le mie direttive in materia di logistica, l’Associazione Anziani Sempre Giovani, la Consulta Giovanile Avis del Medio Campidano, i membri del nostro Direttivo ed a vari livelli gli amici facenti parte dei gruppi ed associazioni tra cui Oktoberfest Group, Anno Zero e Rewind Carnival Group, i tre impeccabili arrustidorisi ed infine il disponibilissimo padrone di casa Sig. Pietro Atzori. E stato un grande lavoro di squadra sicuramente impegnativo ma ripagato dai sorrisi e i ringraziamenti ricevuti dagli ospiti presenti.”

“La cosa più bella per me, da volontaria Avis e da rappresentante di pazienti, è essere riusciti a far trascorrere una bella serata ai nostri donatori e a chi supporta le nostre iniziative” 
– queste le parole di Eloisa Abis – “Il nostro intento era quello di ringraziare con una festa chi regala la vita attraverso un gesto gratuito e volontario e speriamo di esserci riusciti. Credo che questi momenti di festa e condivisione facciano bene alla comunità e aiutino a consolidare quella rete sociale necessaria per far crescere e diffondere il valore importante della solidarietà.”

“Ora per noi” conclude Diego Cotza “è importante proseguire sulla strada della sensibilizzazione alla donazione del sangue soprattutto in questi mesi estivi in cui in maniera quasi fisiologica le donazioni,per diverse ragioni, purtroppo subiscono un sensibile calo ed i reparti ospedalieri vanno in forte difficoltà. Il nostro impegno ormai è costante su questo versante e grazie alla sensibilità dei nostri soci donatori i risultati sono tangibili e vanno a beneficio dei pazienti Sardi”.

Una ricca galleria di foto di Toto Casu può essere visionata nel sito AVIS: www.avissangavino.it

Lascia un commento