14.1 C
San Gavino Monreale
mercoledì, 28 Ottobre 2020

Il Coronavirus visto da un bambino sardo: “Etciù”, poesia per esorcizzare la paura

Emergenza sanitaria

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

Coronavirus, 26 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +231 nelle ultime 24 ore

Sono 231 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 26 ottobre 2020 continua...

Consiglio Regionale, un’interrogazione sulla sospensione delle cure radioterapiche ai pazienti oncologici

"Ottobre, mese tradizionalmente impegnato per la campagna di prevenzione e lotta contro il tumore al seno, vede tantissime donne che potrebbero essere...

Venerdì 6 novembre, a San Gavino una campagna di raccolta di sangue straordinaria

L'emergenza sanitaria sta rendendo questo 2020 complesso dal punto di vista della raccolta sangue. Ad aggiungersi al tradizionale calo delle donazioni estive,...

Coronavirus, 25 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +195 nelle ultime 24 ore

Sono 195 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 25 ottobre 2020 continua...

In queste ore stiamo leggendo del decreto legge che di fatto blinda la Lombardia e altre 14 province fino al 3 aprile, e con sgomento attendiamo le notizie che riguarderanno la Regione Sardegna.

Dopo i casi “vicini” a noi, come quello di Sardara, e con l’ospedale di San Gavino Monreale che si sta attrezzando ad affrontare un eventuale focolaio, è sempre più complicato riportare con distacco le notizie che riguardano il Covid-19 e le implicazioni nella vita sociale delle nostre famiglie, bambini compresi.

Proprio ai più piccoli è difficile raccontare questa crisi sanitaria globale, uno scenario da film a cui nessuno di noi era pronto e che deve trovare la giusta “narrazione” per evitare di spaventare i nostri ragazzi. Anche le scuole, seppur chiuse, si stanno mobilitando per rimediare a questa situazione di grande incertezza, dando compiti a distanza e invitando i bambini a parlare del Coronavirus. Compiti a casa, filastrocche e pensieri, per esorcizzare la paura.

Come la poesia del piccolo Diego di Ortueri, rimasto a casa come tantissimi bambini in tutta Italia.

“Etciù! Basta uno starnuto
e tutti scappan via,
un bacio o una carezza
e dritti in farmacia.

Ti chiamano corona
ma tu non sei un re,
sei un virus prepotente
che non vale un granché.

Dicevano ‘in Sardegna non arriverà’
e invece, guarda un po’, eccoti qua!
Fai un po’ paura ma forse non sai
che lotteremo finché non sparirai.

E anche se non è più carnevale
una mascherina dobbiamo indossare.
Pensiamo all’igiene e ci laviam le mani
e cerchiamo anche di stare lontani.

Facciamo di tutto per non farci acchiappare
e tu, virus, non riuscirai a infettare.
La nostra Italia si salverà
e un bel lieto fine ci sarà”.

Articoli correlati

Ultime News

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 27.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 28 attualmente positivi (+1 da ieri) di cui 27 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato con...

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

DPCM e ristorazione: asporto e consegne a domicilio sono permessi, sfruttiamoli!

Da lunedì 26 ottobre tutte le attività di ristorazione sono obbligate a osservare le disposizioni dell'ultimo DPCM, che prevede orari "ristretti" dalle...

Sardara, nuovo ATM Postamat per l’ufficio postale

Sardara, un nuovo ATM sicuro e disponibile tutti i giorni della settimana, in funzione 24 ore su 24. È...