Banner
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

San Gavino, il paese dell’Arte

Un cantiere per un’opera d’arte moderna che, per dimensioni, non ha eguali nel nostro paese e probabilmente in tutta la Provincia. Così è iniziato settembre a San Gavino Monreale: a distanza di un anno dall’inaugurazione del murale in piazza Sanna, Giorgio Casu e il solito nutrito e allegro gruppo di “assistenti”, hanno dato il via ai lavori per una seconda opera che abbellirà il paese.

Il murale di Eleonora d'Arborea

Il murale di Eleonora d’Arborea – Foto Toto Casu

Sempre in via Roma, ma all’estremo opposto rispetto al murale dedicato a “Skizzo”: la nuova creazione si potrà ammirare infatti all’inizio della strada principale, arrivando da Guspini o Villacidro. Insomma, un biglietto da visita niente male per la cittadina, in un punto nevralgico, “simbolo” in qualche modo della scarsa attenzione delle istituzioni verso la riqualificazione dell’area dell’ex stazione ferroviaria.

L’arte per l’arte, dunque, ma non solo: grazie all’esempio di questi giovani artisti l’arte diventa attrazione turistica, riqualificazione urbana, valorizzazione degli spazi condivisi. Idea condivisa anche da un altro gruppo di ragazzi, vincitori del concorso di idee promosso all’interno del progetto “Giovani protagonisti nella comunità”. Tantissimi giovani sangavinesi si occuperanno infatti della riqualificazione della piazza Salvo d’Acquisto (la piazza all’angolo tra via Donizetti e via Nuraci).

12036475_503331686507374_8094595715512243888_n

Lavori in Piazza Salvo d’Acquisto

Lo scopo, oltre alla riqualificazione e risanamento dell’area in modo da trasformarla in uno spazio fruibile e vivibile, è quello di sensibilizzare i giovani al vivere civile all’interno della propria comunità e rendersi partecipi della stessa attraverso l’adesione al progetto.

Un messaggio, un segnale che arriva direttamente dalle nuove generazioni, che si ritagliano uno spazio importante, da protagoniste nella società civile: perché i nostri giovani sanno che le parole non saranno mai efficaci quanto il buon esempio.

Ma se esiste una sensibilità artistica così spiccata nelle nuove leve sangavinesi il merito va soprattutto a chi, in passato, ha “seminato” l’arte nel nostro paese, lontano dai riflettori, in un epoca in cui i social network non c’erano e i media tradizionali forse davano meno spazio agli artisti locali. Non possiamo non citare il Gruppo Artistico Sangavinese e i tantissimi pittori e scultori che mettono le proprie mani al servizio del “bello” e sono sempre presenti per feste ed eventi, allestendo mostre ed esposizioni davanti alle quali tutti noi strabuzziamo gli occhi. E noi non possiamo che essere felici di questa continuità generazionale.

San Gavino Monreale come “Paese dell’Arte”: magari il rilancio del paese passa proprio da qui.

Simone Usai

Condividi la pagina

Lascia un commento