#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Lo stemma di San Gavino Monreale

È il nostro simbolo e ci rappresenta nei documenti ufficiali. È lo stemma del comune di San Gavino Monreale: in una piccola immagine è tramandata la nostra storia e la nostra essenza.

Lo stemma di San Gavino Monreale

Lo stemma di San Gavino Monreale

La normativa italiana prevede regole precise per la conformazione dei vari stemmi degli enti locali, in particolare il RD. 21/01/1929 n° 61, il R.D. 12/10/1933 n° 1440 art. 1 e il RD 07/06/1943 n° 652. Ma l’entrata in vigore della legge n° 142 del 08/06/1990 ha fatto scattare l’obbligo per i Comuni e le Province di dotarsi di un apposito Statuto sul quale va riportato – tra gli elementi identificativi propri – la descrizione dello stemma e del gonfalone.

Ogni stemma, compreso il nostro, possiede precisi parametri: lo scudo deve misurare 7 moduli di larghezza e 9 di lunghezza, ed essere di tipo “sannitico” (chiamato anche francese moderno).

All’interno dello stemma di San Gavino Monreale è presente l’immagine vera e propria: sul grigio sfondo si staglia, dal basso fino al punto centrale (detto cuore o abisso), il verde colle di Monreale con sopra l’omonimo castello – stilizzato e di color marrone – che fin dal 1863 venne unito al nome del Comune. Ai suoi lati sono presenti due fiori di zafferano, l’oro rosso che rende famoso il paese in Italia e nel mondo.

Sopra si erge  – maestoso – San Gavino Martire, santo e soldato romano che regge un vessillo ed è in groppa ad un destriero. Al di sopra dello scudo si trova la corona, che per i Comuni possiede le seguenti caratteristiche araldiche: è costituita da un cerchio aperto da quattro pusterle (tre visibili), con due cordonate a muro sui margini – sostenenti una cinta – aperta da sedici porte (nove visibili); ciascuna di esse è sormontata da una merlatura a coda di rondine, argentata e murata di nero.

Alla fine, completa il tutto un elemento decorativo: per San Gavino Monreale ci sono due rami, uno di quercia con ghiande e uno di alloro con bacche – fra loro decussati – posti sotto la punta dello scudo e annodati da un nastro con il tricolore nazionale. Il gonfalone è invece un drappo quadrangolare riccamente ornato, di un metro per due, che riporta le effigi dello stemma comunale: le aste che lo sorreggono, così come le frange ed i ricami – sono argentate; questo perché l’argento è il colore dei Comuni.

Alberto Serra

Per approfondire: www.araldicacomunale.it

Lascia un commento